Notizie Warren Buffett e il regalo di Thanksgiving da $750 MLN

Warren Buffett e il regalo di Thanksgiving da $750 MLN

15:00

Non è solo famoso ma anche generoso, l’investitore miliardario Warren Buffett che, alla vigilia del Thanksgiving, ha donato più di 750 milioni di dollari in azioni della Berkshire Hathaway a quattro fondazioni associate alla sua famiglia.

Warren Buffett

Il leggendario investitore ha dichiarato che il momento non è casuale e che è questo il suo modo di ringraziare i figli per il loro lavoro di beneficenza.

“Sono personalmente orgoglioso di come siano cresciuti i miei figli”, ha dichiarato Buffett a Becky Quick della CNBC.

L’investitore 92enne – di cui si è parlato di recente per il titolo su cui scommette da più di 34 anni – ha donato per la precisione 1,5 milioni di azioni di classe B della holding Berkshire da lui creata alla Fondazione Susan Thompson Buffett, intitolata alla sua prima moglie.

Ha inoltre donato 300.000 azioni di classe B ciascuna alle tre fondazioni gestite dai suoi figli: la Sherwood Foundation, la Howard G. Buffett Foundation e la NoVo Foundation.

Warren Buffett: stavolta Bill & Melinda Gates Foundation a bocca asciutta

Questa volta tra i destinatari non figura la fondazione Bill & Melinda Gates Foundation.

L’“Oracolo di Omaha” ha promesso di donare la sua fortuna nel tempo ed è dal 2006 che fa donazioni annuali alle quattro fondazioni di beneficenza di famiglia e anche alla fondazione Bill & Melinda Gates.

A giugno ha donato 11 milioni di azioni di Berkshire Classe B alla Gates Foundation, 1,1 milioni di azioni B alla Susan Thompson Buffett Foundation e 770.218 azioni ciascuna alle tre fondazioni dei suoi figli.

Buffet ha lanciato nel 2010 insieme a Bill Gates, altro famoso filantropo, il Giving Pledge, campagna che incoraggia i miliardari di tutti i settori a impegnarsi a devolvere almeno la metà del loro patrimonio in beneficenza nel corso della loro vita.

Si tratta di un impegno non vincolante: i suoi fondatori lo descrivono come un “impegno morale” e i critici sostengono che le sue regole poco rigide non vengono applicate.

Finora è stato firmato da 236 miliardari, tra cui Gates e Buffett, oltre a Elon Musk e all’ex moglie di Bezos, MacKenzie Scott.

A oggi mancano le firme di sette delle 11 persone più ricche del mondo tra cui Jeff Bezos, Bernard Arnault e Gautam Adani.