Notizie Notizie Mondo Warren Buffett: il titolo che detiene in portafoglio da più di 34 anni. E che la sua Berkshire non mollerà mai

Warren Buffett: il titolo che detiene in portafoglio da più di 34 anni. E che la sua Berkshire non mollerà mai

14:00

E’ considerato uno dei più grandi investitori di tutti i tempi e per questo tutte le sue attività e affari sono seguiti con particolare attenzione. Parliamo di Warren Buffett, l’Oracolo di Omaha, che con la sua conglomerata Berkshire Hathaway Inc. batte spesso il mercato. Un esempio illustre è proprio Berkshire Hathaway, che venne acquistata da Buffett per soli 8,3 milioni di dollari nel 1965 e che oggi è valutata quasi 700 miliardi di dollari, con un rendimento di circa 10 milioni di punti percentuali.

Berkshire deve la sua fortuna alle ottime scelte di investimento lanciate dal suo fondatore. Tra queste spicca l’investimento tra i migliori di sempre, e anche tra i più longevi: Coca-Cola.

La holding creata da Buffett ha iniziato ad acquistare azioni di Coca-Cola nel 1988 e da allora ha continuato ad accumulare azioni del colosso Usa delle bevande analcoliche.

Oggi Berkshire Hathaway possiede 400 milioni di azioni di Coca-Cola, per un valore di ben 22 miliardi di dollari, pari a circa l’8% del capitale della blue chip.

Nel 1988, quando Buffett ha iniziato a fare shopping di Coca-Cola, il titolo valeva pochi dollari per azione, rispetto agli attuali 62 dollari: un gap che ha permesso a Berkshire di incassare lauti guadagni.

Inoltre, Coca Cola emette un dividendo di 44 centesimi al trimestre, per cui Buffett guadagna quasi 1 miliardo di dollari all’anno in dividendi.

Sebbene sia improbabile vedere questo tipo di rendimenti nelle azioni della Coca-Cola a causa delle sue dimensioni, ci sono ancora delle scelte di valore nel settore. Ad esempio, TruBrain è una startup che crea bevande e integratori incentrati sulla salute cognitiva ed è attualmente valutata a una frazione di quanto era la Coca-Cola quando Buffett investì nella società nel 1988.

Perché Buffett investe nella Coca Cola

Buffett apprezza le azioni della Coca-Cola per un motivo, lo stesso per cui apprezza tutte le società in cui investe: il valore. Questo ha due significati.

In primo luogo, è noto che l’oracolo di Omaha investe solo se il prezzo è quello giusto e non un centesimo di più.

Il titolo Coca-Cola, in quel momento, era a un buon prezzo con un interessante vantaggio competitivo.

Se le azioni fanno ancora così parte del portafoglio della holding, è per il seguente ragionamento che Warren Buffett avrà fatto:

Coca-Cola detiene quasi il 50% del mercato statunitense delle bevande analcoliche, quindi finché le persone berranno bevande analcoliche, il titolo registrerà buone performance.

In secondo luogo, e forse più importante, Coca-Cola crea valore. A Buffett piacciono gli “asset produttivi”, che producono denaro e realizzano un prodotto.

Il leggendario investitore si è tenuto a tal proposito alla larga da attività come le criptovalute, perché non producono nulla. Buffett ha già citato la Coca-Cola in questo senso, facendo notare come il gigante americano  produca quasi 2 miliardi di porzioni di bevande al giorno.

Quindi, se la Coca-Cola ha bisogno di produrre più profitti, potrebbe aumentare i prezzi delle bevande di un solo centesimo per porzione e fare 20 milioni di dollari in più al giorno.

Scelte come questa sono il pane quotidiano di Buffett, che continua ad apprezzare le azioni Coca-Cola come il giorno in cui le ha acquistate.