Notizie Notizie Mondo JP Morgan lancia paniere 11 titoli Bitcoin: Square e Nvidia tra i presenti. Tesla la grande esclusa

JP Morgan lancia paniere 11 titoli Bitcoin: Square e Nvidia tra i presenti. Tesla la grande esclusa

14:06

JP Morgan ha intenzione di lanciare un nuovo prodotto che permetterà agli investitori di avere una esposizione su “11 titoli Bitcoin”. Si tratta, stando a quanto emerge dai documenti depositati alla Sec, di uno strumento di debito che prenderà il nome di JPMorgan’s Cryptocurrency Exposure Basket, ovvero di paniere con esposizione alle criptovalute: in questo paniere saranno presenti azioni di società che sono legate in qualche modo al Bitcoin, come Square, per esempio, o MicroStrategy.

JP Morgan si appresta a lanciare paniere di 11 titoli bitcoin, tesla grande esclusa
An illustrative image of medical syringes in front of a Bitcoin displayed on a screen.
On Monday, January 18, 2021, in Dublin, Ireland. (Photo by Artur Widak/NurPhoto via Getty Images)

Salta subito all’occhio come nel basket non sia presente invece il nome di Tesla, che ha fatto la fortuna recente del Bitcoin annunciando un investimento da $1,5 miliardi agli inizi di febbraio.

Occhio intanto ai prezzi della moneta digitale, che tornano ad avvicinarsi al record storico oltre i $58.000: nelle ultime 24 ore, stando ai dati di Coindesk, i prezzi hanno oscillato all’interno del range compreso tra $54.323,61 e $57.632,81.

Tornando alle prescelte del portafoglio di JP Morgan, proprio Square e MicroStrategy fanno parte di quelle società che hanno contribuito in modo significativo a riabilitare l’immagine del Bitcoin negli ultimi mesi, con il loro endorsement, agli occhi degli investitori istituzionali.

Guidata da Jack Dorsey, ceo di Twitter, Square si è messa sotto i riflettori fin da subito per la forte fiducia che ha riposto nei confronti del Bitcoin, insieme alla rivale Paypal: entrambe sono state tra le prime a permettere ai propri clienti di fare incetta di Bitcoin.

“Riteniamo che il Bitcoin abbia il potenziale di essere una valuta diffusa nel futuro. Per una società che costruisce i suoi prodotti sulla base di un futuro più inclusivo, questo investimento è un passo” nella direzione voluta, aveva comunicato Square, che di recente è tornato a fare da assist alla moneta digitale triplicando il suo investimento e annunciando anche che un milione di utenti hanno comprato Bitcoin per la prima volta a gennaio tramite Cash App. Anche Microstrategy si è messa in evidenza proprio qualche giorno fa per fare incetta della criptovaluta.

Con il suo nuovo prodotto finanziario, JP Morgan ha allocato il 20% del paniere a favore di MicroStrategy Incorporated (NASDAQ: MSTR) e il 18% in Square (NYSE: SQ).

Rilevante è l’allocazione anche nella società di mining delle criptovalute Riot Blockchain (NASDAQ: RIOT) e in NVIDIA Corporation (NASDAQ: NVDA), che è stata in entrambi i casi pari al 15%.

JP Morgan ha precisato nel prospetto depositato alla Sec che, insieme, i titoli incidono sul portafoglio per il 68% circa. Ma le azioni di società legate al Bitcoin su cui punta il paniere non finiscono qui: ci sono anche Paypal Holdings (NASDAQ: PYPL), Advanced Micro Devices (NASDAQ: AMD) e Silvergate Capital (NYSE: SI). Gli altri titoli sono presenti nella tabella presente nel prospetto informativo inviato alla Sec.

La mossa segue i commenti degli strategist del colosso bancario Usa Joyce Chang e Amy Ho che, in un’intervista a Bloomberg, avevano riferito che, “in un portafoglio multiasset, gli investitori potrebbero puntare l’1% delle loro allocazioni nelle criptovalute, al fine di guadagnare efficienza nei ritorni complessivi del portafoglio risk-adjusted”.

In quell’occasione gli analisti avevano spiegato che una tale allocazione avrebbe potuto essere uno strumento di hedge per proteggersi dall’inflazione.