1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Uncategorized ›› 

Alibaba, Jack Ma sempre più ricco. Avanti con doppio debutto fintech Ant, ruberà scettro Ipo più grande della storia a Saudi Aramco

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ant Group: passi in avanti per diventare l’Ipo più grande del mondo, battendo il primato che fino a oggi è stato nelle mani di Saudi Aramco, il colosso petrolifero saudita sbarcato in Borsa nel novembre del 2019. Ant Group è una società di fintech controllata dal colosso dell’e-commerce del noto imprenditore cinese Jack Ma, Alibaba.

Jack Ma, uomo più ricco della Cina. Ancora più ricco con Ipo della controllata di Alibaba, la società di fintech Ant Group
SANYA, CHINA – JANUARY 07: Founder of Alibaba Group Jack Ma gives a speech at the ‘Ma Yun Rural Teachers and Headmasters Prize’ on January 7th, 2020 in Sanya , Hainan province, China. (Photo by Wang HE/Getty Images)

Il progetto di quotazione era stato annunciato qualche settimana fa, e già allora si parlava dell’Ipo più grande di tutti i tempi. Nelle ultime ore Ant Group ha reso noto il suo prezzo di collocamento, in realtà i suoi due prezzi di collocamento, visto che il gruppo ha intenzione di debuttare sia alla borsa di Shanghai che a quella di Hong Kong.
Il gruppo cinese di fintech aveva precedentemente reso nota l’intenzione di procedere a uno split della sua emissione azionaria in modo uguale sia per la borsa di Shanghai che per quella di Hong Kong, emettendo in totale 1,67 miliardi di nuove azioni in ognuna delle due borse. I titoli che sbarcheranno a Shanghai, si apprende, saranno emessi al prezzo di collocamento di 68,8 yuan ciascuno. In generale, l’emissione di 1,67 miliardi di nuove azioni permetterà al gruppo di raccogliere 114,94 miliardi di yuan o $17,23 miliardi.
Il prezzo di collocamento dei titoli che saranno collocati a Hong Kong è stato fissato a 80 dollari di Hong Kong ciascuno, per un valore totale che dovrebbe permettere al gruppo di raccogliere 133,65 miliardi di dollari di Hong Kong, o $17,24 miliardi. In totale, Ant Group dovrebbe raccogliere così con le due Ipo di Shanghai e Hong Kong un ammontare di poco inferiore ai $34,5 miliardi, con la possibilità di raccogliere anche una somma superiore, a seconda della domanda. Con la sua Ipo di dicembre, Saudi Aramco aveva raccolto l’equivalente di $29,4 miliardi.
Da segnalare che Ant collocherà sul mercato solo l’11% circa delle sue azioni. Prezzando tutte le azioni, il business della controllata di Alibaba è valutato $331 miliardi. Mr Ma, il fondatore di Alibana, deterrà secondo i calcoli fatti in base al prezzo di collocamento una partecipazione della fintech per un valore di $17 miliardi; fattore che porterà il suo patrimonio netto vicino a $80 miliardi, confermando il suo status di uomo più ricco della Cina.
Ant è famosa soprattutto per il servizio Alipay, il sistema dei pagamenti online numero uno in Cina, dove i contanti, gli assegni e le carte di credito sono stati eclissati da un bel po’ di tempo da strumenti di pagamenti online e dalle relative APP. Alipay ha reso noto che nell’anno terminato a giugno il volume complessivo dei pagamenti nelle sue piattaforme in Cina è ammontato a $17,6 trilioni. Secondo l’ultimo report annuale di Alibaba, Alipay ha all’attivo 1,3 miliardi di utenti, la maggior parte dei quali in Cina, e il resto che arriva dai suoi soci asiatici attivi nel mercato dell’ e-wallet.
Alibaba è il principale azionista di Ant, con una quota del 33%. Hangzhou Junao, entità di proprietà di dirigenti chiave di Ant e Alibaba, detiene una partecipazione del 20,66%, mentre Hangzhou Junhan, che possiede azioni per conto dei dipendenti di Ant, è presente nel capitale del gruppo con una quota del 29,86%.
Ant ha scelto come advisor per il suo sbarco a Hong Kong China International Capital Corp, Citigroup, JPMorgan Chase e Morgan Stanley. Credit Suisse è stata scelta come coordinatrice globale dell’Ipo di Hong Kong.