1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse Asia contrastate dopo Pil Cina, a Hong Kong Alibaba protagonista con Ipo Ant Group e M&A

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Azionario asiatico prevalentemente positivo, a seguito della pubblicazione del Pil cinese.

La borsa di Shanghai cede lo 0,41% circa, Hong Kong sale dello 0,69%, Sidney +0,85%, Seoul +0,30%. L’indice Nikkei 225 della borsa di Tokyo ha chiuso le contrattazioni con un solido rialzo dell’1,1% a 23.671,13 punti.

Nel terzo trimestre del 2020 l’economia della Cina è cresciuta del 4,9% su base annua, meno del +5,2% atteso in media dal consensus. Il trend del dato porta la crescita dell’economia nei primi trimestri dell’anno a +0,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. I numeri sono quelli ufficiali, diramati dalle autorità del National Bureau del paese.

Resi noti anche i numeri della bilancia commerciale del Giappone che, seppur inferiori alle attese, hanno mostrato un migliorato rispetto al mese di agosto. Nel mese di settembre le esportazioni sono scese del 4,9% su base annua, meglio comunque della flessione di quasi -15% riportata ad agosto, ma peggio delle stime, con gli analisti che avevano previsto una flessione contenuta al -2,6% su base annua. Le importazioni sono crollate del 17,2%, ma meno rispetto al calo -20,8% di agosto e in misura inferiore rispetto al -21,5% su base annua atteso.

Alla borsa di Hong Kong focus sul colosso dell’e-commerce Alibaba: da un lato, la sua controllata Ant Group ha ricevuto l’ok delle autorità cinesi per lanciare un’Ipo alla borsa di Hong Kong. Controllata per il 33% dall’impero di Jack Ma, Ant Group potrebbe lanciare l’Ipo tra le più grandi di tutti i tempi.

La società di fintech intenderebbe raccogliere 35 miliardi di dollari (Usa), mentre un analista ha detto in precedenza alla Cnbc che la valutazione di Ant potrebbe avvicinarsi ai $200 miliardi.

Ancora, Alibaba ha annunciato di aver raggiunto un accordo per acquistare la quota di controllo dell’operatore di ipermercati Sun Art Retail Group, guadagnando così una ulteriore presenza nel mercato retail cinese.

Le quotazioni di San Art Retail hanno segnato un rally fino a +18%. Alibaba detiene già il 21% di Sun Art attraverso una sua controllata.