1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Eni Gas e luce, l’anima retail del gruppo ora ha vita propria. Il Ceo Chiarini annuncia le strategie, “valorizzare non vendere” (DICHIARAZIONI)

QUOTAZIONI Eni
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nuove strategie societarie all’insegna di una maggiore autonomia operativa, e dunque efficienza, ed un’offerta più ampia collegata al mondo dei servizi energetici. Sono i pilastri illustrati da Alberto Chiarini, amministratore delegato della nuova entità Eni Gas e Luce, ramo d’azienda di Eni, nata per separare e poi valorizzare l’anima commerciale del gruppo dal core business Eni

Un passo decisivo quanto inevitabile per separare le due anime di Eni, con “caratteristiche e orizzonti temporali d’investimento molto diversi fra loro”, ha dichiarato Chiarini, “Eni è un gruppo capital intensive nel suo core business e inoltre le sue dinamiche sono a lungo termine. La nostra società invece dovrà avere una reattività che si misura direttamente con il mercato retail. I nostri asset di maggior valore poi sono le persone e i clienti”, ha specificato Chiarini, facendo diretto riferimento ai 9 milioni di clienti (quasi 8 in Italia) e agli oltre 1400 dipendenti del nuovo ramo d’azienda, nato praticamente due giorni fa dopo lo scorporo dalla società madre guidata da Claudio Descalzi.

 

Chiarini è categorico ed esclude in maniera assoluta che l’operazione “sia destinata alla vendita degli asset retail nel campo energetico di gas ed energia elettrica”, ma anzi espone in maniera convinta la sua view sul destino di Eni Gas e luce. “La nuova società punta a proporsi non solo come un semplice venditore di commodity (gas e/o luce), ma come un fornitore ad ampio raggio di tutti i servizi collegati al mondo dell’energia”, ha spiegato Chiarini, che ha colto l’occasione anche per svelare qualche nome di lusso con cui Eni Gas e luce ha già in essere o progetta partnership strategiche.

 

“Siamo pronti a passare all’attacco con lo sviluppo di partnership con altri operatori di altissimo livello. Alcune sono già attive come la copertura assicurativa legata agli impianti energetici con Axa e l’acquisto di Led a risparmio energetico con Philips. Altre due – prosegue il top manager – le stiamo finalizzando: la prima con Whirlpool Italia per gli elettrodomestici bianchi ad alta efficienza energetica e la seconda per la vendita, l’installazione e la manutenzione delle caldaie a ridotto impatto ambientale”.

La nuova rotta di Eni Gas e luce: la sfida del risparmio energetico e la conquista di market share

In vista dell’annunciata liberalizzazione del mercato elettrico, Eni Gas e luce prevede di proporsi con forza come “fornitore di servizi ad ampio raggio”, per conquistare quei 18,5 milioni di clienti domestici che non hanno ancora abbandonato il regime di maggior tutela e sono “tendenzialmente restii a lasciare la propria confort zone”, ha detto Chiarini.

“Il nostro obiettivo è chiaro – ha specificato Chiarini – ossia portare dalla nostra tutte le fasce di pubblico che non si fida del mercato libero, in parte è pigro o appartiene magari a fasce d’età poco digitalizzate e non orientate al cambiamento”.

Il progetto Eni Gas e luce è ambizioso ma la società ha tutte le carte in regole per poterlo affrontare con ottimismo, parola di amministratore delegato. Forte delle 1200 adesioni (un 30% circa rispetto al totale) Chiarini ha difatti elencato tutti i punti di forza su cui la società farà leva massima, “il brand molto conosciuto, il fatto che Eni è vista come un’azienda affidabile, un livello eccellente di attenzione al cliente, e, da ultimo, la capacità di offrire servizi ad ampia gamma”. Tutte caratteristiche intrinseche su cui la nuova entità punterà non solo per consolidare l’attuale quota del 16% del mercato libero ma “anche la soglia del 20%, che ritengo un obiettivo all’altezza di Eni Gas e luce”.

 

La strada maestra è tracciata e se non vi saranno intoppi Eni Gas e luce navigherà spedita verso quello che è il target di lungo periodo: la maggior efficienza energetica possibile. “Vogliamo aiutare gli italiani – ha detto Chiarini – a usare meglio l’energia”, sembrerebbe un comportamento contraddittorio ma “siamo convinti che sarà l’approdo futuro e quindi vogliamo accompagnare il cliente in quella direzione”.

Per farlo Eni Gas e luce ha lanciato la campagna Genius, una nuova generazione di strumenti digitali nata per personalizzare l’energia di casa e per permettere ai clienti di usarla meglio e usarne meno. Genius mette a disposizione dei clienti gas e luce tanti strumenti come ad esempio:

 

La Tua Offerta Ideale, mostra la soluzione di Eni gas e luce più adatta, semplicemente indicando le proprie abitudini di consumo.

Il Tuo Profilo Energetico, per analizzare e conoscere il grado di efficienza energetica della propria abitazione.

Il Tuo Diario Energetico, che permette di conoscere i propri consumi mese dopo mese e suggerisce come migliorarli nel tempo grazie a consigli personalizzati basati sul proprio stile di vita.