1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Il ciclone derivati si sposta sugli assicurativi, in difficoltà Aig

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo aver messo sotto pressione i bilanci delle maggiori banche statunitensi, il ciclone scatenato dai mutui subprime si sposta ora sul comparto assicurativo. Al centro dell’attenzione è finito il gigante delle assicurazioni American International Group (Aig) che ieri ha reso noto il giudizio espresso dal revisore dei conti Pricewaterhouse Coopers sulla valutazione del portafoglio derivati dove esisterebbero “debolezze materiali”.


Il riferimento è in particolar modo ai credit default swap ossia le polizze assicurative emesse per garantire dalle insolvenze degli ormai noti Cdo (Collateralized debt obligation), obbligazioni strutturate composte da diverse tipologie di debito tra i quali i mutui subprime all’origine della crisi che sta spazzando i mercati finanziari e del credito.

Per stessa ammissione di Aig, inoltre, le perdite derivanti dal portafoglio Cdo potrebbero essere di molto superiori a quanto inizialmente previsto (1,1 miliardi di dollari) e ammontare a 4,88 miliardi secondo stime effettuate dal Wall Street Journal sulla base di dati della Securities and exchange commission (Sec).


Wall Street ha punito i titoli del colosso assicurativo con un ribasso superiore agli 11 punti percentuali mentre le agenzie di rating hanno posto sotto osservazione i rating della compagnia.


E ora a subire le conseguenze delle possibili ingenti perdite potrebbe essere anche l’amministratore delegato di ig, Martin Sullivan, il quale aveva inizialmente dichiarato la “gestibilità” delle perdite con un rischio di significative perdite vicino allo zero.