Borse caute in attesa dell’asta italiana di Btp. Pesa incertezza politica, oggi ultimo giorno di consultazioni

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Avvio intorno alla parità per le Borse europee, in scia a Wall Street e a Tokyo. Ieri la Borsa di New York ha chiuso con l’S&P500 a soli due punti dal massimo storico di quota 1.565 toccato nell’ottobre del 2007, grazie ai buoni dati macro sul settore immobiliare e manifatturiero. Gli investitori rimangono però cauti sui timori delle conseguenze del piano di salvataggio di Cipro e in attesa della nuova asta italiana.

Il governo di Nicosia sta mettendo a punto gli ultimi provvedimenti sul controllo di capitale per evitare la corsa agli sportelli quando domani le banche riapriranno, dopo una chiusura di oltre dieci giorni (dal 16 marzo scorso). Il piano di salvataggio accordato con la Troika infatti prevede una drastica ristrutturazione delle due principali banche del Paese, Laiki Bank e Cyprus Bank, con conseguenze pesanti sui detentori di azioni, obbligazioni e conti correnti superiori ai 100mila euro. Gli investitori temono che l’accordo possa costituire un modello per la soluzione di future crisi di altri Paesi della zona euro, nonostante le parole rassicuranti di ieri del presidente dell’Eurogruppo, Dijsselbloem.

Intanto si attende l’asta italiana di oggi, la terza e ultima di questa tornata di fine mese. Oggi il Tesoro offrirà Btp a 5 anni per 3-4 miliardi e a 10 anni per 2-3 miliardi. Si tratta di un importante test per l’Italia, in cui permane il clima di incertezza politica. Oggi è il quinto e ultimo giorno di consultazioni sulla formazione del nuovo governo per Pier Luigi Bersani. Oggi è previsto l’incontro con il Movimento 5 Stelle.

In questo quadro, le piazze finanziarie del Vecchio continente si muovono intorno alla parità. A Londra l’indice Ftse segna un progresso dello 0,09% a 6404 punti, mentre a Francoforte il Dax è pressochè fermo con un +0,01% a 7880 punti. A Parigi il Cac40 scivola dello 0,08% a 3745 punti. A Piazza Affari il Ftse Mib cede lo 0,25% a 15456 punti.

Commenti dei Lettori
News Correlate

Wall Street si muove incerta dopo dato deludente Pil

Wall Street si muove incerta dopo il deludente dato sul Pil che nel primo trimestre è cresciuto al ritmo più debole degli ultimi tre anni. L’indice Dow Jones scivola dello 0,12%, l’S&P500 segna un -0,06% e il Nasdaq sale dello 0,08%. …

Borse europee aprono poco mosse all’indomani della Bce

Le Borse europee hanno aperto poco mosse all’indomani della Bce che ha confermato la sua politica monetaria. Dall’Eurotower non sono arrivati per la verità spunti di rilievo in vista dell’incontro dell’8 giugno in cui saranno presentate le previsioni…

Borsa di Tokyo chiude in moderato calo

La Borsa di Tokyo ha chiuso in moderato calo, con gli investitori che si muovono più cauti dopo l’euforia di inizio settimana. L’indice Nikkei ha terminato in ribasso dello 0,29%, a 19.196,74 punti e il Topix ha ceduto lo 0,32% a 1.531,80 punti. Dive…