1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Ursula Von der Leyen: accordo verde per l’Ue nei primi cento giorni. Questi i titoli che potrebbero beneficiarne

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Una svolta green è quella che la presidente candidata della Commissione europea, Ursula von der Leyen, vuole per l’Europa. “Una delle sfide pressanti e urgenti” per l’Ue “è mantenere il pianeta sano. È la più grande responsabilità e opportunità del nostro tempo”, ha sottolineato l’ex ministra della Difesa tedesca nel suo discorso all’Europarlamento che nel tardo pomeriggio si esprimerà con un voto sulla sua elezione.

La mia ambizione è che “l’Europa diventi il ​​primo continente neutrale dal punto di vista climatico entro il 2050 – ha aggiunto nel suo discorso -. Per realizzare questo obiettivo, dobbiamo compiere passi coraggiosi insieme. Il nostro attuale obiettivo di ridurre le emissioni del 40% entro il 2030 non è sufficiente”, è necessario “andare oltre, con un approccio in due fasi per ridurre le emissioni di CO2 del 50% o addirittura del 55% entro il 2030″. La ministra tedesca intende inoltre proporre un patto ecologico per l’Europa nei primi 100 giorni del suo mandato”.

Von der Leyen detta la sua agenda da Presidente della Commissione europea

L’Unione europea nell’agenda di Von der Leyen si poggerà sul salario minimo da una parte e sull’obiettivo emissioni zero nel 2050 dall’altra. “In una economia sociale di mercato come quella europea – dice von der Leyen – chi lavora a tempo pieno deve avere un salario minimo che garantisca una vita dignitosa e per questo lavoreremo per un quadro generale di riferimento: la soluzione ottimale, sottolinea, è avere contrattazioni collettive con la partecipazione dei sindacati per adeguare il salario minimo al settore e al comparto. Ci sono modelli differenti ma abbiamo bisogno di un quadro generale”.

Ma nell’agenda della presidente candidata della Commissione europea emerge anche la tutela dell’ambiente come obiettivo principale da raggiungere nel suo mandato.  “Voglio che l’Europa diventi il primo continente climaticamente neutrale entro il 2050″, ha sottolineato la politica tedesca. “Per realizzare questo obiettivo – spiega ancora – dobbiamo compiere passi coraggiosi insieme. Il nostro obiettivo di ridurre le emissioni di Co2 del 40% entro il 2030 non è sufficiente ma è necessario “andare oltre” puntando a una riduzione delle emissioni del 50% se non 55%”. Da qui la promessa di von der Leyen: presentare un accordo verde per l’Europa nei primi cento giorni del suo mandato.

Una vera e propria eco-rivoluzione europea quella che promette la candidata della Commissione europea Ursula von der Leyen e che potrebbe riflettersi su una serie di titoli green presenti sul listino milanese tra cui  Snam, Hera, Enel (Green Power), Alerion Clean Power  e Falck Renewables per citarne alcuni e anche titoli hi tech forti sul green come Bio-On.