1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Certificates ›› 

Trimestrali USA, ecco perché potrebbero non muovere il mercato

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Potrebbe essere la prima frenata in tre anni per gli utili aziendali, uno dei principali driver del mercato e che questa settimana dovrebbero movimentare il mercato americano. O forse no. Durante la trasmissione “Borsa In Diretta” di ieri, i nostri ospiti, interrogati sulla questione, non pensano che le trimestrali riescano a scaldare ulteriormente un mercato che ha già stupito parecchio: “Non mi aspetto che gli utili aziendali traineranno il mercato. Per due motivi: il primo perché le attese sono molto elevate ed è più facile deludere che stupire al rialzo; il secondo perché durante la stagione delle trimestrali si bloccano i buy-back, le operazioni di riacquisto delle azioni proprie. Negli ultimi mesi abbiamo visto che queste operazioni hanno trainato per circa il 70% i rialzi di borsa e, quindi, abbiamo un fattore tecnico che potrebbe rallentare questa crescita“, ci spiega Matteo Battaglia di Websim.

 

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Pietro Di Lorenzo di SOSTrader: “Io francamente sono sorpreso, non ho mai visto un rally di questo tipo e va a stravolgere tutti i modelli ciclici. La ragione è intuitiva: i mercati seguono più quello che succede sul fronte monetario rispetto a ciò che accade sul fronte macro e micro. Le banche centrali hanno interesse a far salire i mercati, salvando situazioni complicate. Fino a quando si andrà avanti è il domandone che tutti si pongono. Trump cercherà di farlo salire fino alle prossime presidenziali e farà pressioni sulla banca centrale. Ora arrivano le trimestrali e ci si aspettano numeri straordinari. L’asticella è già altissima: se pensiamo a Serhij Bubka che, nel salto in alto, aveva l’abilità di alzare di centimetro in centimetro l’asticella. Il suo record è intorno al 6.20, credo che le aziende americane hanno messo l’asticella a 6.15. Le aziende USA sono chiamate a stupire ancora perché altrimenti il mercato potrebbe cominciare a preoccuparsi“.

 

 

Come investire, quindi, in questa fase di mercato? Ne abbiamo parlato anche con Matteo Montemaggi di BNP Paribas CIB, che ci ha illustrato il funzionamento di alcuni strumenti.