1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Uncategorized ›› 

Unicredit chiamata a reagire dopo settimana da -7%, gli short si accaniscono su Saipem. Situazione grafica ‘estrema’ per Tod’s

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Al via una nuova settimana per i mercati, scossi venerdì scorso dalle parole di Bullard (Fed), che ha paventato la possibilità di un primo rialzo dei tassi già nel 2022, scatenando le vendite sull’azionario e acquisti sul dollaro.

Oggi riflettori puntati sempre sulle banche centrali. Il presidente della BCE Christine Lagarde parla oggi, due volte. “I mercati probabilmente ignoreranno le osservazioni, due volte. Il capo economista della BCE Lane (la voce del pensiero economico della Bce) ha già segnalato che è improbabile che la Bce disponga di dati sufficienti per cambiare la sua posizione alla riunione di settembre. Ciò riduce la sensibilità del mercato ai commenti attuali”, argomenta Paul Donovan, economista di UBS.

L’interesse però è rivolto soprattutto ai discorsi di diversi esponenti Fed, incluso il presidente della Fed di New York, John Williams. Parlerà di nuovo lo stesso Bullard.

La scorda ottava è stata la migliore dall’aprile 2020 per il dollaro. Mentre hanno pagato dazio le commodity con l’oro arrivato a perder il 5,5% nella settimana peggiore da marzo 2020.

Ftse Mib interrompe striscia rialzista

Il Ftse Mib è sceos di quasi il 2% venerdì interrompendo la striscia di 6 settimane consecutive in rialzo. “Operativamente la struttura grafica di Piazza Affari rimane rialzista e un veloce storno potrebbe consentire si assorbire l’ipercomprato presente su alcuni titoli”, rimarca Pietro Di Lorenzo, trader professionista e fondatore di SOSTrader.

 

I titoli da seguire oggi 21 giugno

Tra i titoli interessanti per la prossima seduta, le indicazioni date da SOS Trader si soffermano su seguenti titoli:

DIASORIN mostra crescente forza relativa archiviando la settimana in rialzo del 2.87%. Possibile un ulteriore allungo verso la resistenza chiave in area 157€.

A2A testa la resistenza in area 1,81€: una chiusura superiore a questo livello, fornirà un solido segnale di continuazione rialzista.

Un violento Sell Off colpisce Unicredit che disegna la nona candela nera consecutiva e chiude la settimana con un bilancio del -7.03%. Monitoriamo il supporto in area 9.7€ sul quale potremmo assistere a un tentativo di rimbalzo

SAIPEM rimane nel mirino dei ribassisti (con 5 investitori che hanno aperto posizioni short rilevanti). Attendiamo che inizino le ricoperture per pianificare un ingresso.

TOD’S rimane al centro dell’interesse del mercato, mostrando però una situazione grafica “estrema”. Attendiamo un rapido pull back per individuare un punto di ingresso a più basso rischio.

Negli ultimi due mesi e mezzo il titolo ha più che raddoppiato il proprio valore. Tod’s è stata a più riprese vista come una possibile preda dal mercato. Lo scorso mese, nel corso di una intervista nell’ambito del Business of Luxury Summit organizzato dal “Financial Times” Diego Della Valle, patron di Tod’s, ha ribadito che vede Lvhm come compratore naturale in caso di vendita.