1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Tesla nel $1 Trillion Dollar Club. Ecco la prossima che entrerà nell’Olimpo dove siedono già Apple e Amazon

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo Tesla, chi sarà la prossima a entrare nel 1 Trillion Dollar Club made in Usa?

Tesla si conferma indubbiamente grande protagonista a Wall Street: il colosso di auto elettriche fondato e gestito da Elon Musk ha superato infatti l’ambita soglia di valore di mercato nella sessione di lunedì, complice l’ordine più grande della sua storia, arrivato dalla società di auto noleggio Hertz.

Così facendo, il gruppo è entrato nell’Olimpo delle aziende della corporate Usa quotate in Borsa che valgono almeno 1 trilione di dollari:

Olimpo che ospita già
Apple, Amazon, Microsoft e Alphabet. 4

Quale sono la prossima – o anche le prossime – vicine a tagliare il traguardo?

Secondo quanto riportato da un articolo di Investor’s Business Daily, gli analisti ritengono che la prossima società – la sesta – a valere $1 trilione o anche più nell’arco dei prossimi 12 mesi potrebbe essere Facebook.

Manca d’altronde davvero poco, visto che la capitalizzazione del colosso gestito da Mark Zuckerberg oscilla attorno a $926,7 miliardi: il valore di mercato è arrivato a balzare fino a $950 miliardi a seguito della pubblicazione del bilancio, avvenuta pochi fiorni fa.

In generale, dai dati di S&P Global Market Intelligence e MarketSmith, è emerso che gli analisti prevedono per l’azione FB un altro rally del 27% , dalla chiusura della sessione di lunedì, a quota 416,43 dollari, nell’arco del prossimo anno.

Nel caso in cui le previsioni si rivelassero corrette, Facebook scavalcherebbe Tesla diventando la quinta società quotata sullo S&P 500 in termini di valore di mercato.

Gli stessi analisti non sono d’altronde particolarmente ottimisti su Tesla, visto che pronosticano per il titolo un calo del 23% a 787,15 dollari, fattore che farebbe scendere la capitalizzazione del gigante di Musk ad appena $779,3 miliardi.

A parte Facebook e Tesla, che sono pronte a contendersi il quinto posto della classifica dello S&P 500, c’è da dire che altri titoli hanno ancora molta strada da fare: a fare la fila per entrare nel club delle società da 1 trilione c’è, immediatamente dopo Facebook, la holding Berkshire Hathaway (BRKA) di Warren Buffett, che ha una capitalizzazione, al momento, attorno ai $657 miliardi: Gli analisti credono che tra 12 mesi il colosso sarà di $730,8 miliardi, valore ancora lontano, di quasi il 40%, rispetto al traguardo di $1 trilione. Tra l’altro, gli stessi esperti non sono poi tanto fiduciosi nella possibilità che la società dell’oracolo di Omaha riporti tassi di crescita in forte accelerazione, visto che prevedono che, nel 2022, il suo eps adjusted aumenterà di appena il 6,9%. Subito dopo Berkshire Hathaway, c’è Visa, che vale al momento quasi $500 miliardi, e il cui eps adjusted è atteso balzare, l’anno prossimo, del 25%, a $7,26. Ma le stime sul titolo sono di un rialzo di appena lo 0,9% in 12 mesi. Ci vorrà dunque molto tempo prima che il colosso delle carte di credito possa entrare nell’ambito Olimpo.