1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Telecom Italia ruggisce in Borsa tra sviluppi affaire OI e attesa conti 2° trimestre. Analisti vedono potenziale upside del 54%

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Gli investitori tornano a posizionarsi su Telecom Italia in attesa dei conti del secondo trimestre che saranno approvati domani dal cda della tlc. Il titolo tra i più penalizzati nei primi 7 mesi dell’anno, potrebbe tornare a catalizzare le attenzioni degli investitori in queste settimane con sul tavolo il dossier OI in Brasile e la questione rete unica.
Il titolo TIM oggi segna oltre +2% riavvicinando quota 0,35 euro (da inizio anno il titolo segna -37,5% con luglio chiuso a -2,5%). A muovere al rialzo il titolo oggi sono più le nuove indicazioni circa la contea per aggiudicasi gli asset mobili di OI. Le ultime indiscrezioni vedono il ritiro di Highline dalla gara per gli asset mobili dell’operatore brasiliano. Highline a sorpresa aveva presentato l’offerta vincolante più alta per questi asset, superando l’offerta congiunta presentata da TIM, Vivo e Claro e inducendo il consorzio a presentare una nuova offerta vincolante da 16,5 miliardi real brasiliani. “Se confermata, la notizia sarebbe molto positiva in quanto permetterebbe di dare certezza al fatto che il consorzio sarebbe stalking horse e rimuoverebbe un inatteso concorrente, rendendo l’operazione molto probabile”, argomentano gli analisti di Equita.

Sullo sfondo rimane anche la questione rete unica con il ceo di Sky Italia che chiede che TIM non abbia il controllo della rete unica, neppure in una forma che veda separazione tra controllo economico e gestionale. “La govenance rimane un ostacolo da risolvere per il progetto rete unica – rimarca sempre Equita SIM – così come l`intesa sulle valutazioni, ma il progetto ci sembra progredire”.

Consensus sui conti della tlc

Il big italiano delle tlc guidato da Luigi Gubitosi andrà alla prova del mercato con i dati del secondo trimestre 2020. Il cda è in agenda domani i i risultati verranno illustrati il giorno seguente a partire dalle 14:00 nel corso di una conference call con gli analisti.

Telecom Italia ha pubblicato sul proprio sito i dati di consensus del trimestre calcolati come media aritmetica delle più recenti stime elaborate da 15 analisti finanziari indipendenti sui key financial data di Telecom Italia. Nel dettaglio, le previsioni indicano una flessione del 10,1% su base annua per i ricavi del gruppo a quota 3,818 miliardi di euro, di cui 3,152 miliardi di domestic (-11,2% a/a). Il margine operativo lordo (Ebitda) organic dovrebbe invece mostrare una contrazione più contenuta del 7,8% a 1,735 miliardi. Altra voce sempre molto seguita per quanto riguarda i conti di Telecom Italia è quella del debito netto che, secondo le stime di consensus, dovrebbe attestarsi in termini adjusted a 25,99 miliardi rispetto ai 26,75 miliardi di euro al 31 marzo 2020. Per l’intero 2020 il consensus indica ricavi per 15,92 mld (-11,1%), ebitda organic a 7,1 mld (-12,8%) e debito netto adj a 23,5 mld.
Attualmente il target price medio a 12 mesi indicato dal consensus Bloomberg è di 0,54 euro per azione: si tratta del 54% sopra la valutazione attuale del titolo Telecom Italia. Quanto alla view, 18 sono gli analisti che raccomandano l’acquisto (Buy), ossia il 69,2% del toale, 5 consigliano di mantenere le azioni in portafoglio (Hold) e 3 suggeriscono la vendita (Sell).