1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Salvini ‘promette’ guerra con Ue: deficit oltre 3% e debito fino al 140%. Spread tocca massimi da febbraio

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le parole di Salvini tornano a preoccupare gli investitori portando a una nuova impennata dello spread tra Btp e Bund che nell’ultima ora si è spinto sui massimi a oltre tre mesi. Il differenziale di rendimento tra il Btp decennale e il Bund tedesco ha toccato un massimo a 283,6 punti base, dai 277 punti della chiusura di ieri; per lo spread si tratta del livello più alto dallo scorso 8 febbraio. Il rendimento del Btp decennale è salito fino al 2,76%.
In corrispondenza con la salita delle tensioni sui Btp sono arrivate le parole del vice premier, Matteo Salvini, che si è detto pronto a infrangere, se servirà, alcuni limiti del 3% di deficit e del 130-140% del debito. ” Fino a che la disoccupazione non sarà dimezzata in Italia, fino a che non arriveremo al 5%, spenderemo tutto quello che dovremo spendere“, ha detto Salvini a Verona all’inaugurazione della nuova sede della Cdp.

Intanto rimangono tesi i rapporti tra Lega e M5S.”Non riconosco più la Lega, negli ultimi 4 mesi non è più quella che ho conosciuto nei primi 6 mesi di governo”, ha detto l’altro vice premier Luigi Di Maio intervenendo a Matrix, trasmissione che andrà in onda stasera. Di Maio, secondo quanto riferisce l’agenza Radiocor, rimarca la reazione al caso Siri “quasi a protezione di una casta”, con salvini “come se si fosse tolto la felpa e si fosse messo l’abito buono della vecchia politica”. Di Maio ha annunciato che dopo le elezioni europee del 26 maggio si partirà subito con il lavoro sulla legge di bilancio 2020 ed entro agosto si farà in Italia il salario minimo orario ad almeno 9 euro.

Annullato il traino positivo di asta Btp

Stamattina il mercato obbligazionario stava evidenziando una ripresa dei Btp grazie al nuovo pienone per l’asta Btp, anche se con tassi in salita. Il Tesoro ha collocato Btp per 6,75 miliardi di euro, il massimo dell’ammontare previsto. Il Btp a tre anni è stato allocato al tasso medio dell’1,24% in salita dall’1,08% di un mese fa. Il Btp a 7 anni è stato invece assegnato al rendimento del 2,23%, in rialzo di 17 punti base. Infine, il Btp a 30 anni (scadenza settembre 2049) ha visto una domanda per 2 mld con l’assegnazione di 1,5 mld al tasso del 3,65%.