1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Robinhood prepara altra rivoluzione nel trading: democratizzare le IPO di Wall Street. Ecco l’ultimo rumor sui piani di Tenev

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo la tempesta Gamestop, Robinhood si prepara a sbarcare in Borsa. Le azioni dell’app di trading, che durante il caso Gamestop è stata scaricata da migliaia di utenti, saranno probabilmente quotate al Nasdaq con la richiesta di registrazione confidenziale di Robinhood è stata presentata alla Securities and Exchange Commission (Sec), la Consob americana. Non si conosce ancora il numero di azioni da offrire e l’intervallo di prezzo per l’offerta proposta ma l’offerta pubblica iniziale dovrebbe aver luogo dopo che la SEC avrà completato il suo processo di revisione, soggetto alle condizioni di mercato e ad altre condizioni.

Il progetto ambizioso di Robinhood

Robinhood potrebbe essere quotata nel secondo trimestre, secondo quanto riporta Bloomberg, ma i tempi potrebbero variare. La particolarità dell’IPO della società fondata da Vladimir Tenev è che una parte delle sue azioni dovrebbe essere riservata ai suoi 13 milioni di utenti.
Robinhood permetterebbe così ai propri utenti di comprare direttamente la propria IPO. Ma l’ambizione, come riporta Reuters, è quella di raggiungere un accordo affinché sia possibile accedere anche alle altre IPO.
Attualmente, gli utenti di Robinhood e altri trader retail non possono acquistare azioni di una società di nuova quotazione fino a quando le sue azioni non iniziano a essere negoziate. Poiché le azioni spesso balzano subito al debutto aprendo a prezzi ben più alti rispetto al prezzo di IPO, i grandi fondi che ottengono quote durante l’IPO hanno un chiaro vantaggio. Secondo il fornitore di dati Dealogic, in media il primo giorno di negoziazione sulle quotazioni di Wall Street il guadagno è stato del 36% per le IPO del 2020.
Non è chiaro che tipo di accordi Robinhood cercherà di mettere in atto, e nessuna certezza che la sua ambizione si realizzerà secondo quanto riferisce sempre la Reuters.
Ma fornire l’accesso alle IPO potrebbe aumentare l’appeal di Robinhood con gli utenti dopo alcune critiche alle restrizioni che l’app ha posto sul trading nel caso GameStop. Certo il progetto di Robinhood per permettere ai trader di comprare azioni rappresenta l’ultimo tentativo delle aziende della Silicon Valley di interrompere le IPO in versione tradizionale. A muoversi in questo senso alcune aziende, tra cui Slack Technologies e Palantir Technologies Inc che si sono quotate direttamente senza usare banche di investimento.
Ma l’azienda di Menlo Park, California, fondata nel 2013 da Baiju Bhatt e Vladimir Tenev, ha come obiettivo “democratizzare la finanza”, dando alle persone l’accesso ai mercati normalmente dominati dagli investitori professionali. Sostenuta da investitori tra cui Andreessen Horowitz, Ribbit Capital e 9Yards Capital, consente con la sua piattaforma di trading agli utenti di effettuare scambi illimitati senza commissioni in azioni, fondi negoziati in borsa, opzioni e criptovalute. E la mossa di Robinhood potrebbe inimicarsi Wall Street.