1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Piazza Affari riparte dopo peggior seduta 2021, torna l’incognita spread. Cinque titoli del Ftse Mib pronti a mostrare i muscoli

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

E’ andata in archivio per Piazza Affari la seconda settimana consecutiva in negativo con il Ftse Mib protagonista venerdì della peggior seduta da inizio anno (close a -1,52%). Il listino milanese ha sottoperformato nell’ultima settimana complici le tensioni politiche non placate dal voto di fiducia strappato al senato dal governo Conte. Lo scenario di elezioni anticipate, il più temuto dai mercati, non appare ancora quello più probabile, ma l’incertezza politica rimane con Moody’s che ha sottolineato come un governo debole non sia lo scenario idoneo per far fronte “a sfide politiche spaventose, sia nella gestione dell’attuale fase della pandemia che nell’assicurare l’assorbimento tempestivo ed efficace dei fondi europei del Recovery Fund (Next Generation EU)”.

Ftse Mib di nuovo ostaggio dello spread?

Tale contesto ha portato a un allargamento dello spread Btp/Bund fino a 125 pb, sui massimi a due mesi e mezzo, complici anche le parole della Bce, che nel primo meeting del 2021 ha accennato per la prima volta a un possibile utilizzo solo parziale della dotazione del Pepp da 1.850 miliardi di euro.

“Il mercato italiano mostra qualche scricchiolio, ma per il momento siamo ancora in una fase di equilibrio fra acquirenti e venditori. Il particolare i prezzi sono ingabbiati da 23 sedute (a partire da 23 Dicembre) all’interno di un rettangolo di circa 1.000 punti fra area 21.900 e 23.000 punti”, asserisce Pietro Di Lorenzo, trader e fondatore di SOSTrader, che ritiene che per capire se la fase attuale è una accumulazione (ovvero il preambolo di un nuovo rialzo) o piuttosto di distribuzione (che anticipa lo sviluppo di una gamba ribassista) è importante monitorare proprio lo spread Btp/bund. “Un eventuale ritorno stabile sopra 130, fotograferebbe l’insofferenza dei mercati per una situazione politica italiana in stallo, che potrebbe innescare vendite sull’azionario”.
Le prossime settimane vedranno l’inizio dell’earning season anche a Piazza Affari, in particolare la prima ottava di febbraio vedrà arrivare i conti delle banche.

Quali titoli monitorare

Tra i titoli interessanti per la prossima seduta, SOSTrader segnala:
Tenaris, tra i peggiori delle ultime sedute con volumi esplosivi (i più elevati dal 24 Novembre), che disegna una white spinning stop che testa il supporto a 6,2€. Possibile un tentativo di rimbalzo da questo livello.

Mediobanca mostra grande forza chiudendo sui massimi dopo aver riconosciuto il supporto in area 7.25€. La tenuta di questo livello, manterrà integro il quadro grafico rialzista.

Atlantia come previsto rimbalza sul supporto passante a 13€. Il minimo toccato venerdì potrebbe essere un importante bottom di periodo.

INWIT rimbalza (per la quinta volta nelle ultime 6 sedute) sul supporto in area 9,15€, disegnando un interessante Engulfing Bullish. Possibile tentare un buy purchè si asotti uno stop loss strettissimo a 9,1€.

Torna al centro dell’interesse del mercato Ferragamo (+9,52% nelle ultime 5 sedute). I prezzi consolidano sotto la resistenza in area 16.2€: una chiusura superiore a questo livello, fornirà un solido segnale rialzista.