1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari inizia febbraio con il sorriso, scatto di Buzzi Unicem. Ecco i titoli da monitorare oggi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Tornano gli acquisti a Piazza Affari, che tenta di reagire dopo i recenti ribassi. Nella prima seduta della settimana e del mese di febbraio la Borsa di Milano si muove in territorio positivo, insieme agli altri listini europei, sostenuti dalla buona chiusura di Tokyo e dai movimenti in rialzo dei future sui principali indici di Wall Street. Gli operatori cercando di lasciarsi alle spalle la scorsa ottava e un mese di gennaio contrastato.

L’indice Ftse Mib segna un progresso di quasi 1 punto percentuale (+0,8%) muovendosi in area 21.754 punti, dopo aver archiviato la terza settimana negativa consecutiva e la peggiore nel 2021 (-2,34%). Il primo mese dell’anno si è chiuso in rosso a Piazza Affari (-2,97%) con Atlantia, Inwit e Nexi che hanno lasciato sul parterre oltre il 10%. Sul listino italiano ha pesato non solo il contesto sanitario ma anche l’incertezza politica, ancora in corso, che ha portato alla caduta del governo Conte bis. Al termine delle consultazioni avviate dal presidente della Repubblica, Sergio Matterella, per risolvere la crisi di governo, il Quirinale ha dato a Roberto Fico, presidente della Camera, un mandato esplorativo per la formazione di un nuovo esecutivo.

“Operativamente – sostiene Pietro Di Lorenzo, fondatore di Sostrader.it – affinchè la situazione grafica non degeneri al ribasso è importante che i prezzi consolidino sopra il supporto in area 21.300. Il cedimento di questo livello potrebbe infatti sviluppare una nuova gamba ribassista”.

 

Tra i titoli del paniere principale, scatta in avanti Buzzi Unicem che conquista la vetta con un +2.4%, proseguendo la buona performance di gennaio. Buzzi è infatti stata tra le cinque blue chip più performanti nel primo mese dell’anno con un +4,26%. Acquisti anche su Azimut e Interpump, che avanzano di oltre 2 punti percentuali. Sul fondo del listino invece scivola Eni che cede lo 0,3%.

Tra i titoli interessanti per questa seduta, Sostrader.it segnala Ferrari, su cui potrebbe scatenarsi grande volatilità in attesa della presentazione dei risultati. “I prezzi dopo una ripida discesa mostrano interessanti segnali di reazione disegnando un interessante Engulfing Bullish – precisa Di Lorenzo – La fuoriuscita dei corsi dal ripido canale ribassista, fornirà un interessante segnale Long”. Da monitorare anche Mediobanca, che è il titolo bancario che mostra maggior forza relativa. Fin quando i prezzi “galleggeranno” sopra area 7,15 euro, l’impostazione rimane rialzista.