1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Piazza Affari fiuta inversione curva contagi, corrono i BTP ma nodo MES acuisce tensioni in UE

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Torna l’ottimismo sui mercati con riflettori degli investitori accesi questa volta sugli ultimi dati arrivati dall’Italia con segnali di inizio di un trend di decrescita della curva dei contagi, con sia il numero dei contagi che quello dei deceduti in diminuzione per il secondo giorno consecutivo. Il trend deve essere confermato oggi e nei prossimi giorni, ma cresce la convinzione che il peggio possa essere alle spalle.
Boccata d’ossigeno che contribuisce a rasserenare il clima sui mercati, con forti acquisti sull’equity globale anche in attesa che si sblocchi finalmente il maxi-piano di aiuti al Congresso USA considerando anche il boom di contagi oltreoceano.

BTP tonici, mercati guardano a sviluppi su nodo aiuti UE

Movimenti incoraggianti anche sul fronte Btp, con spread il ulteriore restingimento stamattina in area 190 pb con il tasso del Btp decennale sceso a 1,55% circa. Di contro il calo dell’avversione al rischio sta facendo scivolare i Bund. Spinta importante ai Btp anche dalla disponibilità della Germania ad aiutare l’Italia a superare l’impatto del coronavirus; secondo quanto scrive Il Corriere, dalla riunione Ecofin dei ministri finanziari dei 27 paesi UE – che hanno attivato la clausola di sospensione del Patto di Stabilità – è emerso il via libera per 37 miliardi di fondi, di cui 11 mld all’Italia che però chiede di più. Il nodo sul Mes – meccanismo di stabilità (o fondo salva Stati) – riguarda principalmente la questione della condizionalità dei prestiti ai Paesi maggiormente colpiti dalla crisi sanitaria, che non hanno spazio di bilancio. “Germania e Paesi del Nord frenano sulla dimensione dell’aiuto. L’Olanda chiede inoltre qualche impegno per rientrare sul debito, una sorta di Troika più leggera, che però l’Italia rifiuta per principio”, scrive oggi il Corriere. “Mes con regole attuali non accettabile, chiude categoricamente il premier Conte.
Una situazione che richiederà ulteriori mediazioni soprattutto alla luce della posizione intransigente dell’Olanda. I paesi più in difficoltà per l’emergenza sanitaria, ossia Italia e Spagna, temono di essere stigmatizzati sui mercati finanziari dall’uso del Mes e stando a quanto dice Il Sole 24 Ore chiedono l’uso di strumenti che riguardino tutti i Paesi, sostenendo che la crisi non è economica, ma ha origini sanitarie, chiedendo pertanto di non sottostare a particolari condizioni economiche.

A Milano rally di Enel ed ENI

Il Ftse Mib intanto oggi viaggia in forte rialzo scatta in avanti di oltre il 5,6% in area 16.440 punti. Tra i singoli titoli spicca il +6,8% di Enel, titolo di maggior peso di tutto il listino milanese. In forte recupero anche Eni con +7,6% circa a 7,84 euro.
Tra le banche spicca il +6% di UBI Banca, +4% circa Unicredit che cerca di recuperare quota 8 euro, rialzo consistente anche per Intesa Sanpaolo (+4,4%) in area 1,51 euro.
Migliori performer al momento sono STM e Ferragamo con oltre +11%. Molto bene anche Poste con +6,1%.
Torna a prendere vigore il momento rialzista di Atlantia (+6,2% a 12,19 euro) che venerdì aveva segnato addirittura quasi +20%. Il Sole 24 Ore sottolinea che sarebbe slittato di 60 giorni il termine del 30 marzo per presentare il Piano Economico Finanziario secondo la nuova delibera ART, che prevede il passaggio ad un sistema tipo RAB. L’attuale situazione di crollo del traffico per la crisi Covid-19, starebbe causando un crollo del 65% del traffico nell`ultima settimana con punte dell`80%. “Nell’attuale sistema tariffario di ASPI (tariffe aggiornate per inflazione al 70%) – rimarca oggi Equita – il calo traffico è un rischio del gestore, rischio
imprenditoriale che verrebbe mantenuto anche col nuovo sistema RAB introdotto dall’ART. Per ASPI l’introduzione del nuovo sistema tariffario sarebbe peggiorativo per l’introduzione del X factor, quality factor e soprattutto il rischio nella definizione della RAB iniziale e del ritorno applicato (oltre al mantenimento del rischio traffico)”.
Tentativo di recupero anche per la galassia Agnelli con +3,3% per Fca e +6,7% Exor.

Ultimi dati sui contagi fanno sperare

In Italia oggi intanto è in programma l’audizione in Parlamento del ministro dell’Economia Roberto Gualtieri sul decreto Cura Italia. In calendario anche una riunione del Consiglio dei ministri. Intanto si è registrato il secondo giorno consecutivo con numeri di contagi e decessi in calo. Gli ultimi dati diffusi dalla Protezione Civile hanno evidenziato un totale di 50.218 malati di coronavirus. Spicca la discesa a 3.780 dei nuovi casi in un solo giorno, rispetto ai +3.957 del giorno prima. Cala anche il ritmo dei decessi: 601 rispetto ai 651 di domenica. Sabato era stato toccato un picco di morti giornalieri di quasi 800 (793).“Finalmente vediamo luce in fondo al tunnel, oggi prima giornata positiva”, ha detto ieri l’assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera, commnetando i dati relativi alla regione Lombardia, la più colpita dal virus.
“I numeri sono ancora alti, ma una buona notizia è che per il secondo giorno consecutivo, c’è un calo del numero di nuovi casi e decessi, qualcosa che manda un messaggio di speranza”, commenta Mediobanca Securities..