1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. trading ›› 

Tra i trader di CFD spopolano oro, petrolio e tre grandi indici azionari. Gli asset più popolari nella piattaforma Plus500

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I mercati finanziari globali hanno visto aumentare i livelli di volatilità nel 2020 a causa della pandemia Covid-19, offrendo nuove opportunità per coloro che cercano di fare trading basandosi sui movimenti del mercato.
Nello scorso anno la pandemia da Covid-19 ha provocato un aumento dei livelli di volatilità sui mercati finanziari globali, offrendo così nuove opportunità per coloro che cercano di fare trading basandosi sui movimenti del mercato. Petrolio, oro e indici globali come Germania 30, USA 30 e Nasdaq 100 sono stati i CFD (Contratti per Differenza) più popolari tra i clienti della piattaforma tecnologica Plus500 nel 2020. Sono 2.500 i diversi strumenti finanziari disponibili su Plus500 che comprendono azioni, indici, materie prime, opzioni, ETF, valute estere e criptovalute.

Petrolio e oro

Tra le oltre 20 materie prime disponibili sulla piattaforma Plus500, il petrolio e l’oro sono stati i più scambiati nel 2020. Il primo, si legge nella nota di Plus500, è stato trainato in gran parte dalla grande volatilità del prezzo del petrolio, che ha visto il calo senza precedenti del Brent Crude al di sotto dei 30 dollari al barile, causato dal fallimento del tentativo dei principali produttori in Arabia Saudita e Russia di raggiungere un accordo per tagliare la produzione in risposta alla pesante perdita di domanda prevista a causa dell’impatto del Covid-19.
Nonostante la ripresa dei prezzi negli ultimi mesi del 2020, il Brent Crude, benchmark del prezzo del petrolio a livello globale, ha risentito della notizia di una nuova variante di Covid-19 rilevata nel Regno Unito e del suo conseguente impatto macroeconomico.
Ciononostante, i prezzi del petrolio si stanno stabilizzando grazie ad un rimbalzo trimestrale dell’economia cinese migliore del previsto, che ha compensato i timori di un aumento dei casi di Covid-19 in tutto il mondo e di un ulteriore inasprimento delle restrizioni, che potrebbero avere un impatto sulla crescita economica e sui consumi di carburante.
Il prezzo dell’oro, considerato un bene rifugio sicuro, ha raggiunto il massimo storico nel periodo in cui la pandemia Covid-19 ha devastato l’economia globale. Il prezzo dell’oro rimane a livelli elevati di circa 1.900 dollari Usa per oncia, una cifra vicina al picco storico registrato nell’agosto 2020, quando il prezzo ha raggiunto i 2.000 dollari Usa per oncia.

Volatilità nei mercati azionari internazionali

La pandemia ha colpito anche il DAX, il Nasdaq e l’indice USA 30 (Dow Jones Industrial Average). La notizia della prima e della seconda ondata della pandemia hanno fatto tremare i mercati, con cali sempre più profondi dovuti al timore che le principali economie europee attuassero restrizioni severe per fermare la diffusione del Covid-19.
Tuttavia, spiega Plus500, la forte risposta delle banche centrali e dei governi ha aiutato la liquidità dei mercati finanziari, con ulteriori stimoli e l’introduzione di diversi vaccini che hanno migliorato ulteriormente il sentiment.

Il 2020, un grande anno per Plus500

L’accresciuto livello di attività di trading sulla piattaforma Plus500 nel corso del 2020 ha dimostrato ancora una volta l’eccezionale capacità della società di rispondere agli eventi che si traducono in volatilità dei mercati finanziari.
“Il 2020 è stato un anno eccezionale in cui il flusso di notizie macroeconomiche e settoriali ha fornito ai nostri clienti significative opportunità di trading. Siamo lieti di fornire informazioni sugli strumenti più popolari scambiati sulla piattaforma Plus500 in un anno in cui abbiamo continuato a investire in modo significativo in tutti gli elementi della nostra tecnologia con l’obiettivo di aumentare ulteriormente la scala, l’agilità e l’attrattiva della nostra proposta per i clienti” ha commentato David Zruia, CEO di Plus500.
Nel 2020, Plus500 ha inoltre rafforzato il suo profilo sulla scena internazionale con le sponsorizzazioni recentemente annunciate di tre squadre di calcio di alto livello: Atalanta Bergamasca Calcio in Italia (Bergamo), BSC Young Boys Football Club in Svizzera (Berna) e Legia Warsaw in Polonia. L’azienda ha inoltre esteso l’accordo di sponsorizzazione con il Club Atlético de Madrid, facendo di Plus500 l’unico main sponsor di due squadre partecipanti agli ottavi di UEFA Champions League (Atlético e Atalanta). Nel momento in cui scriviamo, tre delle squadre sponsorizzate da Plus500 sono in testa alle classifiche nazionali nei loro paesi d’origine (Atlético, Legia e Young Boys).