1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Nuovo BTP ITALIA: scudo vs inflazione per le famiglie con la novità del doppio premio fedeltà. Emissione al via il 20 giugno 2022

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Torna il BTP Italia, titolo di Stato studiato soprattutto per le famiglie e indicizzato al tasso di inflazione. Il Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) ha annunciato oggi che da lunedì 20 a giovedì 23 giugno 2022 si terrà una nuova emissione del BTP Italia, titolo di Stato indicizzato al tasso di inflazione nazionale.

La novità del doppio premio fedeltà

Il nuovo BTP Italia manterrà pressoché le stesse caratteristiche delle precedenti emissioni. La novità più rilevante riguarda il fatto che per la prima volta verrà previsto, per il risparmiatore retail che acquista nei giorni di emissione, un doppio premio fedeltà: uno che verrà corrisposto durante la vita del titolo e uno alla scadenza finale per coloro che lo avranno detenuto continuativamente fino alle corrispondenti date.

Il nuovo BTP Italia potrà avere una durata compresa tra 6 e 10 anni e come di consueto, sarà collocato sul mercato due fasi: la Prima Fase si svolgerà da lunedì 20 a mercoledì 22 giugno, salvo chiusura anticipata, e sarà riservata esclusivamente ai risparmiatori individuali e affini (il cosiddetto mercato retail); la Seconda Fase avrà luogo il giorno 23 giugno e sarà riservata solo agli investitori istituzionali.

I tassi minimi garantiti saranno comunicati venerdì 17 giugno.

Come sottoscriverlo

I risparmiatori retail potranno sottoscrivere BTP Italia in banca, presso gli uffici postali o utilizzando i canali di acquisto online, tramite il proprio home banking se abilitato alle funzioni di trading.

Il collocamento avverrà sulla piattaforma elettronica MOT (il mercato telematico delle obbligazioni e titoli di Stato di Borsa Italiana) attraverso le seguenti banche dealers: Intesa Sanpaolo S.p.A. e Unicredit S.p.A.

Tutte le comunicazioni ufficiali sul BTP Italia, le FAQ, la Scheda Informativa e la Nota tecnica per gli operatori saranno resi disponibili sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze e sul sito del Dipartimento del Tesoro alla sezione Debito Pubblico (www.dt.mef.gov.it/debitopubblico).