1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Mercati europei sopra la parità dopo piano infrastrutture Usa. Spunti operativi rialzisti per Stm e Nexi

QUOTAZIONI Stmicroelectronics
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le principali Borse europee, compresa Piazza Affari, scambiano sopra la parità nell’ultima seduta della settimana, dopo i record di Wall Street, sostenuti dall’avanzata del piano di investimenti nelle infrastrutture che alimenta l’ottimismo per la ripresa mondiale. Il presidente americano Joe Biden ha annunciato ieri la conclusione di un accordo bipartisan al Senato su un piano di otto anni da 1.200 miliardi di dollari per rinnovare le infrastrutture e contribuire a stimolare l’economia degli Stati Uniti, assicurando un importante passo avanti su uno dei suoi principali obiettivi politici.

Stm torna sopra la media mobile 200 periodi

Stm presenta un quadro grafico positivo anche se non sono mancate alcune battute d’arresto come la candela ribassista ad alta volatilità del 18 giugno che ha portato il titolo fin sotto la media mobile 200 periodi. In tale contesto, Stm è riuscita a conservare il supporto in area 30 euro e a impostare un rimbalzo portandosi oltre il livello dei 30,63 euro. Bisognerà però attendere almeno il recupero della candela del 18 giugno e quindi oltre i 32 euro per avere un segnale positivo al rialzo, insieme al break della trend line ribassista di breve costruita sui massimi di febbraio e aprile di quest’anno. I successivi target sono 33,67 e 35 euro. Al ribasso, sarà importante mantenere la soglia dei 30 euro per evitare discese verso 29 e 28,33 euro, area di prezzo dove transita anche la trend line rialzista avviata dai minimi di settembre 2020.

Per chi volesse operare Long a leva, potrebbe considerare il Turbo Close End Long UniCredit ISIN DE000HV4KRY0 con leva 6 volte e strike a 26,00 euro, oppure ISIN DE000HV4KKV1 con leva 10 volte e strike 28,00 euro.
Per chi volesse operare Short a leva, potrebbe considerare il Turbo Close End Short UniCredit ISIN DE000HV4KX01 con leva 8 volte e strike a 34,00 euro.

Nexi tocca nuovi massimi storici

Dal punto di vista grafico Nexi sta esibendo una grande prova di forza riportandosi proprio ieri su nuovi massimi storici con un top intraday a 18,59 euro. A spingere gli acquisti l’operazione di M&A in Europa da parte del colosso Visa che sborserà 1,8 miliardi di euro per Tink, fintech svedese utilizzata da banche e startup per accedere ai dati finanziari dei consumatori. Tornando al grafico, la corsa di Nexi è iniziata dalla media mobile 200 periodi con il break della trend line ribassista di breve periodo costruita sui massimi di ottobre e febbraio, confermando il sentiment di mercato positivo. Vedremo ora se il titolo avrà la forza per spingersi fino ad area 19 euro. Al ribasso, invece, il primo supporto di trova a 18 euro, la cui rottura di tale livello potrebbe avviare una breve correzione verso 17,46 e 17 euro.

Per chi volesse operare Long a leva, potrebbe considerare il Turbo Open End Long UniCredit ISIN DE000HV8B6Y3 con leva 4 volte e strike a 15,040993 euro, oppure ISIN DE000HV8BSM3 con leva 7 volte e strike 16,501554 euro.
Per chi volesse operare Short a leva, potrebbe considerare il Turbo Open End Short UniCredit ISIN DE000HV8BSN1 con leva 6 volte e strike a 20,997375 euro.

 

DI SEGUITO LE ANALISI DI TRADING FLOOR