1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Mercati europei affossati da risalita rendimenti obbligazionari, Intesa e Lufthansa riducono le distanze da livelli pre-covid

QUOTAZIONI Intesa Sanpaolo
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Giornata negativa per le principali Borse europee in un contesto più cauto a causa dell’aumento dei rendimenti obbligazionari, la caduta del petrolio e le nuove misure di contenimento in Francia. Nonostante le rassicurazioni arrivate dalla Federal Reserve di Jerome Powell sulla politica monetaria e i tassi, i rendimenti dei Treasuries decennali sono balzati ieri fino all’1,75%, mentre i trentennali hanno sfondato per la prima volta dal 2019 la soglia del 2,5%. Il nervosismo nei mercati azionari è alimentato anche dal calo del prezzo del petrolio, sceso di quasi il 9% durante la settimana e affondato fino a -7%, in quella che è stata la peggiore seduta dallo scorso settembre, in un contesto di preoccupazione per la domanda mentre l’Europa si trova di fronte alla terza ondata di infezioni da coronavirus. La Francia ha annunciato che 16 dipartimenti, compresa l’area parigina, verrà confinata per le prossime quattro settimane. Questo provvedimento determinerà la chiusura dei negozi non essenziali a partire da questa sera a mezzanotte.

Intesa Sanpaolo verso massimi pre-covid


Quadro grafico positivo per Intesa Sanpaolo che, dopo il break in forza del ritracciamento del 61,8% di Fibonacci di tutto il down trend avviato a febbraio 2020 a 2,12 euro, ha proseguito al rialzo superando anche il livello statico a 2,25 euro. Il prossimo ostacolo in tale direzione è la resistenza a 2,4 euro, che rappresenta uno spartiacque da infrangere per confermare il sentiment positivo e proseguire verso 2,5 e 2,6 euro, i massimi pre-covid. In alternativa, se dovesse sopraggiungere una fase di volatilità sul mercato, si potrebbe sfruttare un eventuale pull back sui 2,24 euro. Per il momento RSI in forte ipercomprato sottolinea la forza del movimento rialzista del titolo, sostenuto anche da volumi sopra la media nelle candele long day.
Per chi volesse operare Long a leva, potrebbe considerare il Turbo Open End Long UniCredit ISIN DE000HV4KWG7 con leva 7 volte e strike a 2,025 euro, oppure ISIN DE000HV4L3P0 con leva 10 volte e strike 2,10 euro.
Per chi volesse operare Short a leva, potrebbe considerare il Turbo Open End Short UniCredit ISIN DE000HV4KJT7 con leva 12 volte e strike a 2,475 euro.

Lufthansa in una fase laterale di breve


Lufthansa sta attraversando una breve fase laterale dopo aver toccato il massimo di periodo a 12,96 euro. Potrebbe quindi trattarsi di una correzione fisiologica dei prezzi che potrebbe generare debolezza con la rottura al ribasso della fascia di prezzo tra il livello statico a 11,66 euro e la trend line rialzista di medio periodo costruita sui minimi di novembre e gennaio. In tal caso, target a 11,13 e 10,54 euro. Al rialzo, invece, bisognerà attendere almeno il recupero di 12,56 euro per avere un primo segnale di forza per poi tentare un nuovo assalto ai massimi di periodo. Il superamento di tale livello, accompagnato da elevata volatilità e volumi, potrebbe aprire la strada al titolo verso area 14 euro, che coincide con la parte bassa del gap down dovuto alla crisi covid di fine febbraio 2020.
Per chi volesse operare Long a leva, potrebbe considerare il Turbo Long UniCredit ISIN DE000HV4K4F0 con leva 4 volte e strike a 9,549743 euro, oppure ISIN DE000HV4KSD2 con leva 7 volte e strike 10,528162 euro.
Per chi volesse operare Short a leva, potrebbe considerare il Turbo Short UniCredit ISIN DE000HV4CFK1 con leva 8 volte e strike a 13,351974 euro.

DI SEGUITO LE ANALISI DI TRADING FLOOR