1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Certificates ›› 

Il Ftse Mib mette nel mirino i 21.000 punti. Focus tecnico su Mediaset e CNH Industrial

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il Ftse Mib conferma oggi il rimbalzo avviato il 16 agosto. Rimane comunque a 21.000 punti il primo livello di test importante a livello di sentiment. Da questo punto di vista ciò che uscirà dalle consultazioni del Presidente della Repubblica (partono oggi alle 16.00) potrebbe essere un market mover importante per gli operatori di Borsa.

Oltre oceano invece c’è attesa per la minute della FED questa sera. Sul fronte commerciale, il quadro resta incerto. Il Segretario di Stato USA, Mike Pompeo, ha dichiarato che non è solo il colosso delle telecomunicazioni cinesi, Huawei, a porre dei rischi per la sicurezza nazionale, ma anche altre società del colosso asiatico. Tuttavia Pompeo ha poi aggiunto che USA e Cina proseguiranno con i colloqui, almeno al telefono, nei prossimi dieci giorni.

Ftse Mibsopra 21.000 punti il segnale di ripartenza

 

L’indice italiano per ora sembra confermare il rimbalzo tecnico anche se il quadro è ancora da definire.
Una chiusura settimanale sopra 21.000 punti sarebbe un buon segnale e potrebbe garantire la ripartenza verso i 22.000 punti, vero scoglio di medio termine. Al ribasso invece sarà da monitorare il supporto a 20.000 punti. In caso di rottura il target di breve è a 19.600 punti. Lì abbiamo il ritracciamento di Fibonacci del 61,8% che se infranto darebbe un segnale di cambiamento di sentiment importante e potenziale ritorni anche verso 18.000 punti.

Per chi volesse operare sul Ftse Mib con certificati a leva long, si potrebbe considerare per esempio il Turbo Long con ISIN: NL0013491830. In alternativa chi ha view ribassista può operare con questo Turbo Short ISIN: NL0013492325.

Mediaset: scalda i motori a ridosso dei 3 euro

 

Quadro grafico interessante per Mediaset che si è riportata sulla resistenza statica collocata a 3 euro. Livello che per ben 5 volte (l’ultima proprio nei giorni scorsi) ha stoppato il titolo rispedendolo verso i 2,6 euro.
Proprio i 3 euro rappresentano il livello da superare per ottenere una svolta per il titolo. Infatti, una chiusura, soprattutto se settimanale e con volumi, al di sopra di tale livello indicherebbe un importante cambio di sentiment con target a 3,2 e 3,4 euro. Al contrario, l’eventuale ritorno sotto 2,8 euro sarebbe un primo segnale negativo di fatto annullando la long day del 16 agosto.

Per chi volesse operare su Mediaset con certificati a leva long, si potrebbe considerare per esempio il Turbo Long con ISIN: NL0013494917. In alternativa chi ha view ribassista può operare con questo Turbo Short con ISIN: NL0013494982.

CNH Industrial: migliora il quadro grafico dopo divergenza su RSI

 

Dopo il minimo relativo di agosto CNH Industrial ha avviato il rimbalzo riportandosi al test della resistenza collocata a 8,6 euro. Interessante la divergenza tra RSI e i prezzi sui due minimi di maggio e agosto di quest’anno. Elemento che indica una fase di indebolimento delle pressioni ribassiste e che infatti ha permesso il rimbalzo. Serve ora però una conferma sui prezzi per rafforzare il movimento in essere ed evidenziare un netto cambio di sentiment. In particolare il segnale più importante si avrà al superamento dei 10 euro, dove troviamo anche il 50% di Fibonacci di tutto il down trend avviato a febbraio 2018.
Operatività di breve rialzista invece sopra 8,6 (in chiusura) con RSI sopra la trend ribassista (vedi grafico) e resistenze a 9 e 9,5 euro. Al ribasso invece il break di 8 euro riporterebbe i corsi a 7,63 euro.
Per chi volesse operare su CNH Industrial con certificati a leva long, si potrebbe considerare per esempio il Mini Long con ISIN: NL0013141146. In alternativa chi ha view ribassista può operare con questo Mini Short ISIN: NL0012667547.