1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

I monopattini Helbiz puntano il Nasdaq con l’aggiunta degli e-scooter MiMoto

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Helbiz accelera ulteriormente sulla mobilità sostenibile allargando il proprio business agli scooter elettrici attraverso l’accordo con MiMoto Smart Mobility, first mover italiano del mercato dello sharing di motorini elettrici.

Verso il Nasdaq con anche gli e-scooter 

L’accordo prevede l’acquisto di MiMoto da parte di Helbiz. L’acquisizione è condizionata alla prossima IPO a Wall Street da parte della società di sharing mobility fondata dall’imprenditore italiano Salvatore Palella. Nei piani di Helbiz c’è una piena integrazione entro l’ultimo trimestre dell’anno con la quotazione sul Nasdaq. Palella lavora al progetto Ipo da già dallo scorso anno con il flop delle quotazioni di Uber e Lyft prima e la pandemia poi che hanno rallentato l’ier. Intanto Helbiz ha raccolto circa 22 milioni di dollari tra gli investitori privati, di cui 10 milioni post-Covid. Tra gli azionisti figura anche Forever Sharing, azienda cinese produttrice di veicoli per lo sharing.

I termini dell’accordo

Helbiz, nata nel 2017 a New York, è attiva nel segmento mobilità sostenibile con l’offerta in sharing di e-bike e monopattini elettrici. Adesso con l’accordo con MIMoto intende procedere all’integrazione fra le piattaforme di utilizzo dei mezzi elettrici di Helbiz con quelli di MiMoto (scooter elettrici). L’acquisizione permetterà lo sviluppo della prima applicazione di sharing di soli veicoli elettrici con operatività free floating in grado di offrire ai consumatori finali un’offerta così’ ampia di tipologie di veicoli (motorini, monopattini e bici elettriche).
“L’importanza di questo accordo – commenta Salvatore Palella, fondatore e CEO di Helbiz – nasce dalla volontà di promuovere e di mettere a disposizione delle città un servizio integrato di mobilità elettrica tramite la sinergia con un’azienda con competenze complementari a quelle di Helbiz e un ramo di business che ha visto nel 2019 una crescita di fatturato del 100%, con uno sviluppo in città strategiche per l’Italia come Milano, Torino e Genova. I prossimi mesi vedranno un’accelerazione della transizione verso una nuova mobilità elettrica, come Helbiz stiamo sviluppando un modello di business totalmente in ottica ESG quindi promuoviamo le nuove politiche di sostenibilità sia ambientale che sociale di cui le principali città in Europa in UK e USA si stanno dotando; credo sarà fondamentale promuovere mezzi agili ed in grado di occupare poco spazio per non rivedere le nostre città bloccate dal traffico e dall’inquinamento.”
“Questo accordo – affermano unanimemente i tre fondatori di MiMoto Alessandro Vincenti, Gianluca Iorio e Vittorio Muratore – costituisce solo un primo passaggio che porterà MiMoto ad essere acquisita da Helbiz. Insieme abbiamo un’offerta e risorse complementari e sarà sfidante accelerare lo sviluppo di un modello di business incentrato sui servizi di mirco-mobilità agili e green. I processi di internazionalizzazione e la revisione dell’applicazione sono due primi immediati passaggi che ci vedranno impegnati con il team di Helbiz per permettere ai nostri utenti lo sharing dei monopattini elettrici e delle e-bike oltre che dei nostri motorini.”
Helbiz a luglio ha conseguito otto nuove licenze nelle città di Bari, Cesena, Pescara, Pisa e Latina in Italia oltre ad Atlanta, Alexandria e Arlington negli USA. MiMoto invece ha recentemente inaugurato la partenza dei Comuni di Rapallo, Santa Margherita Ligure e Portofino. Grazie a queste ultime acquisizioni le due società possono contare su una flotta di 7000 monopattini elettrici, 3.000 e-bike a pedalata assistita e 1.000 motorini elettrici servendo circa 1.200.000 utenti con servizi di micro-mobilità.