1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. trading ›› 

I 10 titoli più gettonati su cui investire: Amazon al top, solo due sono del Ftse Mib e non hanno regalato gioie

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La pandemia non ha allontanato i piccoli risparmiatori dalla Borsa, anzi. Dal Rapporto Consob sulle sulle scelte di investimento delle famiglie italiane emerge che già durante le settimane in cui i mercati azionari registravano picchi di volatilità legati alla diffusione del Covid-19 (ossia nel periodo 24 febbraio – 3 aprile 2020), l’attività degli investitori retail italiani su titoli domestici ha mostrato una netta prevalenza degli  acquisti sulle vendite, con un saldo pari complessivamente a 4,5 miliardi di euro.
La volatilità non ha spaventato gli italiani che hanno aumentato la loro propensione a investire. Ma su quali titoli hanno puntato nel corso di questo 2020?  Nelle scorse settimane Invezz.com ha analizzato i dati dello strumento di analisi online Ahrefs.com per scoprire in quali azioni della società gli italiani sono più interessati a investire.

Amazon in testa alle preferenze, solo titoli di Wall Street nella top five 

Amazon risulta l’azienda su cui gli italiani vogliono investire di più con 18.500 ricerche online al mese per le azioni dei giganti dell’e-commerce. Non una sorpresa. Il colosso dell’e-commerce, balzato del 67% quest’anno a Wall Street con l’effetto Covid che ha alimentato il suo business, è super gettonato tra gli investitori di tutta Europa e figura – così come Apple e Tesla – in ben 30 dei 31 paesi analizzati tra i primi 10 titoli azionari più ricercati.
A dominare quest’anno in Europa è stata però Tesla. La società è stata la borsa più ricercata in 26 nazioni (84%), rispetto ad Apple e Amazon che si sono posizionate al primo posto solo una volta (rispettivamente a Cipro e in Italia).
Tornando alla classifica dei titoli preferiti dagli italiani, le prime posizioni sono tutte occupate da colossi Usa.  Microsoft è al secondo posto e un po’ a sorpresa spunta AT&T come terza, rispettivamente con 11.800 e 9.800 ricerche online al mese per le rispettive azioni.

Solo due italiane tra le più ricercate

Subito ai piedi del podio Tesla, seguita da Facebook e Verizon. Al settimo posto arriva il primo titolo italiano, Unicredit con 7.800 ricerche medie al mese, che è a pari merito con  Apple. È interessante notare, che ci sono 5.900 ricerche online al mese per il titolo Saipem, facendo sì che l’azienda di San Donato milanese si collochi al nono posto nonostante quest’anno Saipem sia insieme a Bper il peggior titolo del Ftse Mib con quotazioni dimezzate. Anche Unicredit figura tra i peggiori dell’anno con -40%.
In decima posizione troviamo Alibaba, il gigante cinese dell’e-commerce guadagna 5.400 online ricerche ogni mese da parte di chi cerca azioni come opzione d’investimento.
Invezz.com ha intervistato 1.631 italiani indecisi per scoprire cosa li spingerebbe oltre la “linea di investimento”. La maggioranza (76%) per ottenere maggiori conoscenze in materia di investimenti, poi c’è chi desidera una riduzione delle spese non essenziali, in modo che ci sia più denaro disponibile per gli investimenti (65%), a seguire chi accetta i vari “rischi” associati all’investimento (69%), avere l’aiuto o la guida di un professionista degli investimenti (62%) e infine essere meno scoraggiato da una speculazione di borsa negativa (34%). Per gli italiani che vogliono investire in titoli aziendali ma non l’hanno ancora fatto, il motivo principale che li trattiene, dice l’indagine, è il desiderio di acquisire maggiori conoscenze in materia di investimenti (76%).