1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Goldman Sachs lancia nuove Obbligazioni DOCU Tasso fisso 2,50% in euro a 5 anni

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Goldman Sachs ha deciso di arricchire la propria gamma di prodotti emettendo sul mercato MOT di Borsa Italiana le nuove Obbligazioni DOCU Tasso fisso 2,50% in euro a 5 anni che offrono agli investitori flussi cedolari annuali fissi in euro pari a 2,50% lordo (1,85% netto), corrisposte a partire dal 25 maggio 2021 fino alla data di scadenza (12 maggio 2025). Il codice ISIN del prodotto è XS2114121192.
Ecco il video di spiegazione del prodotto:

A scadenza è previsto il rimborso integrale del valore nominale iniziale pari a 1.000 euro nel caso in cui il tasso di cambio EUR/USD sia inferiore a 1,08 alla data di valutazione finale (5 maggio 2025). In caso contrario, l’investitore riceverà un importo fisso a scadenza pari a 1.080 dollari per ciascuna obbligazione. Ciò significa che, in caso di deprezzamento del dollaro rispetto all’euro e quindi in presenza di un tasso di cambio EUR/USD effettivo superiore a 1,08, l’investitore subirà una perdita in euro sul capitale investito tanto maggiore quanto più alto sarà il tasso di cambio EUR/USD effettivo.

Goldman Sachs segnala che il rendimento delle obbligazioni dipenderà anche dal prezzo di acquisto e dal prezzo di vendita (se effettuata prima della scadenza) delle stesse sul mercato. Tali prezzi, dipendendo da vari fattori, tra i quali i tassi di interesse sul mercato, il merito creditizio dell’Emittente e del Garante e il livello di liquidità, potrebbero differire anche sensibilmente rispettivamente dal prezzo di emissione e dall’ammontare del rimborso. Gli investitori riceveranno il 100% del valore nominale in euro o in dollari solo nel caso in cui le obbligazioni siano detenute fino a scadenza e il tasso di cambio EUR/USD a scadenza sia pari o inferiore a 1,08, fermo restando il rischio di credito dell’Emittente e del Garante.
Per maggiori informazioni sul prodotto clicca qui, mentre per vedere gli altri prodotti di Goldman Sachs clicca qui.