1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. trading ›› 

Arrivano i primi ETF per cavalcare gli alti e bassi della curva dei tassi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il rischio recessione in questi mesi è diventato più acuto oltreoceano una volta che la curva dei Treasury si è invertita per la prima volta dalla crisi 2007-2008. In attesa di vedere se effettivamente anche stavolta la curva invertita non mentirà, precedendo una recessione negli Usa, sul mercato degli ETF arrivano i primi strumenti per investire sull’irripidimento o appiattimento della curva dei rendimenti.

Lyxor ha quotato oggi in Europa una gamma di quattro ETF che consentono un’esposizione alla curva dei rendimenti di titoli di Stato europei e americani. I quattro strumenti sono disponibili anche su Borsa Italiana. I nuovi ETF – i primi del loro genere in Europa – sono concepiti per consentire un’esposizione ai cambiamenti attesi nell’evoluzione delle curve dei rendimenti dei Treasury USA e dei Bund tedeschi. In un contesto di crescente incertezza economica globale e di forte attenzione per le future azioni delle Banche Centrali, i nuovi Lyxor ETF forniscono esposizioni innovative ai principali driver dei mercati finanziari. Questi prodotti sono in particolar modo rivolti ad investitori professionali o con un’approfondita conoscenza dei mercati finanziari e si prestano ad un investimento di breve/medio periodo, in considerazione dell’elevata sensibilità degli indici replicati alle variazioni della curva dei rendimenti.

“La nostra priorità è garantire che gli investitori dispongano di tutti gli strumenti necessari per investire in mercati in continua evoluzione. La visione sull’orientamento dei tassi d’interesse cambia da un investitore all’altro e i nostri innovativi ETF consentono di implementare qualsiasi esposizione sulla futura evoluzione della curva dei rendimenti di riferimento”, commenta Philippe Baché, Head of Fixed Income ETF di Lyxor.

Il poker di cloni proposto da Lyxor

Il Lyxor US Curve Steepening 2-10 UCITS ETF (ISIN: LU2018762653; Ticker di Bloomberg: STPU IM) replica un indice che consente di beneficiare potenzialmente di un aumento del differenziale di rendimento tra i titoli di Stato americani a 2 e 10 anni, noto come steepening (irripidimento) della curva dei rendimenti. Le curve dei rendimenti dei titoli di Stato tendono ad essere più ripide quando i mercati prevedono un maggiore sostegno alla politica monetaria da parte delle Banche Centrali.

Il Lyxor US Curve Flattening 2-10 UCITS ETF (ISIN: LU2018761762; Ticker di Bloomberg: FLTU IM) consente invece un’esposizione basata sull’aspettativa di un appiattimento della curva dei rendimenti dei Treasury USA 2-10 anni.

La stessa tipologia di esposizioni si può ottenere sulla curva dei rendimenti dei Bund tedeschi attraverso gli altri due strumenti quotati: Lyxor EUR Curve Steepening 2-10 UCITS ETF (ISIN: LU2018760954; Ticker di Bloomberg: STPE IM) e Lyxor EUR Curve Flattening 2-10 UCITS ETF (ISIN: LU2018760012; Ticker di Bloomberg: FLTE IM).

I quattro ETF presentano un costo totale annuo (TER) dello 0,30%.

Gli indici replicati dai 4 ETF sono di Solactive AG e sono costituiti da una posizione lunga sui future sui titoli di Stato a 2 anni e una posizione corta sui future sui titoli di Stato a 10 anni. Gli indici sono costruiti in modo tale che, a fronte di un aumento di 1 punto base nella pendenza della curva dei rendimenti in questione, l’indice replicato dall’ETF aumenta (nel caso degli ETF curve steepening) o diminuisce (nel caso degli ETF curve flattening) di circa 7 punti base. Fattori come il cash drag, il compounding effect3 e/o i costi dei roll dei contratti future possono tuttavia influenzare tale moltiplicatore.