1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Enel sarà nel gotha dell’Euro Stoxx 50, titolo pronto ad attaccare massimi storici del lontano 2000

QUOTAZIONI Enel
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Un importante obiettivo raggiunto da Enel. Il titolo entrerà a far parte dell’indice Euro Stoxx 50 a partire dal 23 settembre.

 

Dall’inizio dell’anno il titolo Enel, che ieri ha superato area 6,7 euro, ha registrato un aumento di circa il 40% aggiornando i massimi a oltre 10 anni e con nel mirino i massimi storici del 2000 poco sopra area 7 euro. La capitalizzazione di mercato raggiunta (quasi 68 miliardi di euro) l’ha proiettata nell’Euro Stoxx 50, l’indice azionario delle prime 50 aziende dell’Eurozona che comprende una rappresentazione dei principali settori industriali. Il gruppo guidato da Francesco Starace, che ha scavalcato in classifica Eni, è diventato infatti il primo gruppo italiano per valore di mercato e il primo nel settore delle utility in Europa.

 

Analisti positivi sul titolo, cresce attesa per nuovo piano

“L’entrata nell’indice potrebbe favorire ulteriori volumi in acquisto per le indicizzazioni dei fondi”, hanno spiegato gli analisti di Equita che hanno confermato la raccomandazione Buy e alzato il target price a 7 euro (dal precedente 6,7 euro) per il minor risk free sull’azione. La Sim milanese è convinta che “il piano industriale di fine anno possa offrire ulteriori spunti per una revisione positiva degli utili del colosso energetico”.

Banca Imi, che ha rating buy e target price a 6,7 euro su Enel, giudica positivamente questa mossa “poiché mira a migliorare il bilancio e a ottimizzare la leva di Enel Americas al fine di consentire alla controllata di Enel di perseguire opzioni di crescita esterna. Nella nostra analisi preliminare, riteniamo che questo deal possa essere accrescitivo in termini di utile per azione e tradursi in una maggior efficienza, supportata dall’integrazione operativa con le attività del gruppo nell’area nel lungo termine”.

 

Più in generale, secondo le raccomandazioni raccolte da Bloomberg, gli analisti sono positivi e posizionati prevalentemente sull’acquisto. Di 29 analisti che seguono il titolo, 20 consigliano il Buy e 6 l’Hold. Nessun analista indica il Sell. Il target price medio a 12 mesi è di 6,53 euro, con una perdita potenziale del 2,8% rispetto alle quotazioni attuali.

Closing dell’AdC di Enel Americas

Si è concluso inoltre con successo l’aumento di capitale della controllata cilena Enel Americas per un ammontare complessivo pari a 3 miliardi di dollari Usa, offerto in opzione ai soci. Tale aumento, si legge in una nota, è stato sottoscritto in misura complessivamente pari al 99,49%. A conclusione dell’operazioneEnel aumenta la propria partecipazione al capitale di Enel Americas al 57,19% dal precedente 56,8%, rimanendo aperta l’opzione di aumentare ulteriormente la partecipazione fino al 65%. Infatti, come precedentemente annunciato, Enel ha stipulato lo scorso 28 giugno due contratti di share swap con un istituto finanziario per acquisire, in date che si prevede ricadano entro il terzo trimestre del 2020, ulteriori azioni ordinarie e American Depositary Shares di Enel Americas. Le operazioni di share swap conservano intatta la propria efficacia al termine dell’operazione di aumento di capitale.