1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

El-Erian: prossima mossa Fed sarà un taglio dei tassi, Powell promosso a pieni voti

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Quale sarà la prossima mossa della Federal Reserve? La svolta attendista della Fed andata in scena nel primo mese del 2019, dopo le quattro strette dello scorso anno, alimenta i dubbi circa per la direzione che prenderà la politica monetaria dopo questa pausa di riflessione. Molto dipenderà logicamente dalle risposte che arriveranno dalla congiuntura statunitense, ma non solo.

L’economista Mohamed El-Erian  ritiene che la banca centrale americana probabilmente terrà i tassi di interesse costanti per l’intero 2019.  Il principale consigliere economico di Allianz, ed ex numero uno di Pimco, parlando a “Squawk Box” sulla CNBC ha stimato una possibilità dal 50% al 55% che la prossima mossa della Fed sarà un taglio che potrebbe verificarsi nel 2020.

La previsione dell’economista di Allianz

A dicembre, la Fed aveva previsto due aumenti di tasso quest’anno ma pochi se lo aspettavano.  “E un altro strumento per rafforzare la politica monetaria, la liquidazione del bilancio della Fed, o il portafoglio di attività, “sicuramente andrà fuori dal pilota automatico” nel 2019 ha aggiunto El-Erian. La banca centrale intende ridurre di oltre $ 4 miliardi di dollari i titoli obbligazionari fino a $ 600 miliardi quest’anno non sostituendo le attività in scadenza.  Ma secondo El-Erian il piano di bilancio sarà modificato. “Cambierà sia la destinazione che il ritmo” ma non aggiungendo ulteriori dettagli.

Powell e la cena con Trump: timing perfetto

In merito poi alla cena di lunedì sera tra il presidente della Fed Jerome Powell e il presidente Donald Trump , El-Erian ha detto: “È stato davvero importante che questo accadesse questa settimana, e non la scorsa settimana” prima della riunione politica di gennaio della banca centrale. “Se fosse successo prima avremmo avuto una conversazione completamente diversa”, ha aggiunto El-Erian secondo cui gli incontri tra i capi della Fed con i presidenti sono del tutto normali e sono successi molte volte in passato. Ad esempio, Trump ha incontrato Janet Yellen, il predecessore di Powell, nell’ottobre 2017. Quando Barack Obama era alla Casa Bianca, ha incontrato sempre la  Yellen nell’aprile 2016 e poi nel novembre 2014. Trump, che ha nominato Powell come presidente della Fed, è stato uno dei più grandi e più critici di Powell, puntando il dito contro gli aumenti dei tassi della banca centrale come causa del rallentamento dell’economia e quindi la rovina del mercato azionario. “E’ importante che le due parti si sentano e si incontrino il che non elimina, ma riduce le incomprensioni in futuro” così El-Erian che dà a Powell un voto “A”, dicendo che chiunque avrebbe avuto problemi a navigare nelle attuali condizioni economiche e di mercato.