1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Telecom Italia miglior titolo telefonico d’Europa nell’ultimo mese

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le azioni Telecom Italia fanno meglio di quelle dei loro competitor europei, ma solo da un mese a questa parte. L’emergere di numerose espressioni d’interesse per rilevare la quota di controllo di Olimpia (holding che detiene il 18% di Telecom) ha infatti coinciso con la clamorosa inversione di tendenza rispetto alla storia recente del titolo in Borsa. Nell’ultimo mese le azioni del gruppo italiano hanno sovraperformato il mercato del 4.4%, contro una sottoperformance del 3% registrata dai titoli delle telecomunicazioni in Europa.


 

Telecom Italia nell’ultimo mese è stato il miglior titolo telefonico in Europa, seguito da Kpn, che ha realizzato una sovraperformance del 3%. Voltandosi indietro fino ai 12 mesi precedenti la realtà è però ben diversa. Nell’ultimo anno solo il titolo Deutsche Telecom ha fatto peggio delle azioni del gruppo italiano. Sui 12 mesi Dt ha infatti messo a segno un performance assoluta negativa del 2%, che rapportata al mercato si tramuta in una sottoperformance del 17%. Telecom Italia invece con un +1% sull’anno, nello stesso periodo ha fatto peggio del mercato per il 14%. Vincitrice della classifica a un anno a livello europeo è British Telecom Group, che dalla metà di aprile 2006 a oggi ha segnato in Borsa un progresso del 48% e una corrispondente sovraperformace del 33% sul mercato. Per Telefonica e France Telecom, due gruppi che i rumor indicano ancora in lizza per un ingresso nel capitale di Telecom Italia, il rialzo degli ultimi 12 mesi è stato del 35%.


 


Risultati parzialmente sorprendenti se si guarda al comparto europeo in termini di marginalità. L’Ebitda margin, ossia il rapporto tra margine operativo lordo e ricavi, di Telecom Italia nel 2006 è stato il più alto in Europa: 41% contro una media del 35 per cento. La regina assoluta dei profitti è stata la spagnola Telefonica, con un utile netto di 4,638, seguita da Deutsche Telekom con 3,165 miliardi e da Telecom Italia con 3,014 miliardi. Il gruppo italiano ha assicurato un utile per azione di 0,16 euro, deliberando un dividendo di 14 centesimi. Il payout ratio (utili/dividendi distribuiti) è così pari allo 0,875%, un dato che in Europa non ha eguali se non nel caso di Deutsche Telekom, per la quale ha raggiunto nel 2006 addirittura lo 0,98%.


 


Dall’analisi dell’andamento del settore in Borsa emerge però una tendenza di fondo che coinvolge i protagonisti europei dell’industria. Nel corso degli ultimi 12 mesi la performance borsistica delle telecom europee è risultata sostanzialmente in linea con quella del mercato. Per contro per i corrispondenti settori in altri mercati quali Giappone, Asia e Stati Uniti, la sovraperformance rispetto agli indici azionari di riferimento è stata di almeno il 10%.

Commenti dei Lettori
News Correlate
CORPORATE GOVERNANCE

CAD IT: AD Dal Cortivo nominato presidente

In sostituzione del presidente e Amministratore delegato scomparso Giampietro Magnani, il Cda di CAD IT ha conferito all’Ad Paolo Dal Cortivo l’ulteriore carica di presidente della società. Inoltre, Cecilia Rossignoli …

CORPORATE GOVERNANCE

CAD IT: AD Dal Cortivo nominato presidente

In sostituzione del presidente e Amministratore delegato scomparso Giampietro Magnani, il Cda di CAD IT ha conferito all’Ad Paolo Dal Cortivo l’ulteriore carica di presidente della società. Inoltre, Cecilia Rossignoli …