1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Rcs alla resa dei conti: Cairo decide su rilancio, il mercato ci crede

QUOTAZIONI Rcs Mediagroup
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Giornata decisiva per RCS con Urbano Cairo chiamato a decidere entro la mezzanotte se rilanciare la propria offerta al fine di contrastare l’Opa di Bonomi al via invece lunedì prossimo. Ieri c’è stato un nuovo vertice di Urbano Cairo con gli advidor nell’Ops partita il 13 giugno da cui non è trapelato nulla sulle effettive intenzione dell’editore di La7 anche se negli ultimi giorni sono riaffiorate indiscrezioni circa la possibilità di un rilancio che potrebbe trovare l’appoggio di capitali cinesi. 
Le attese per una controfferta stanno spingendo il titolo Rcs che guadagna il 3,53% a Piazza Affari a quota 0,7765, decisamente sopra gli 0,70 euro dell’Opa Bonomi, con quindi il mercato che crede in un rilancio. 

Possibile rilancio con sponda orientale
Oggi Cairo potrebbe quindi decidere di convocare un cda per formalizzare il rilancio dell’Ops che nei primi 4 giorni ha visto adesioni minime (4.631 azioni, pari allo 0,00089% del capitale). Ad affiancare Cairo potrebbero arrivare investitori orientali con il nome di Wanda Group, gruppo cinese attivo in diversi settori (alberghiero, immobiliare turismo e sport), circolato nei giorni scorsi come possibile alleato di Cairo. Il rilancio da parte di Cairo potrebbe avvenire aggiungendo una componente di cassa alzando la posta di almeno un centinaio di milioni. 

Sempre oggi è in agenda il cda di Rcs che dovrà esprimere un giudizio sull’Opa a 0,70 euro per azione lanciata dalla cordata guidata da Andrea Bonomi insieme ad alcuni soci forti di RCS (Mediobanca, Pirelli, Diego Della Valle e Unipol). Opa che prenderà il via lunedì 20 giugno. 
Ok delle banche a rifinanziamento debito
Rcs Mediagroup intanto ha firmato con le banche il previsto accordo modificativo del contratto di finanziamento in essere, secondo i termini e le condizioni già comunicati il 18 maggio scorso. Il finanziamento ha un valore complessivo massimo di 352 milioni di euro (linea term di 252 mln di euro più una linea revolving di 100 mln ). Contestualmente alla stipula dell’accordo modificativo, si è provveduto al rimborso integrale della linea di credito A del Contratto di finanziamento in essere, per un importo complessivo pari a 71.601.122,45 euro, mediante utilizzo di parte dei proventi netti incassati dalla Società per effetto della vendita di RCS Libri.