1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Quirinale: Marini flop, ora Pd e Pdl voteranno scheda bianca. Facebook incorona Prodi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Flop di Franco Marini alla prima votazione per l’elezione del nuovo presidente della Repubblica. L’ex leader della Cisl, candidato forte di Pd e Pdl, ha preso 521 voti contro i 240 voti di Stefano Rodotà, il nome presentato dal Movimento 5 Stelle. Nettamente staccati Sergio Chiamparino (41 voti), Romano Prodi (14), Emma Bonino (13), Massimo D’Alema (12), Giorgio Napolitano (10). Le schede bianche sono state 104, quelle nulle 15. Franco Marini è stato il più votato ma non è riuscito ad ottenere i voti sufficienti alla nomina, visto che il quorum per le prime tre votazioni è pari a 627 voti (i 2/3 dei grandi elettori). Dalla quarta votazione in poi il quorum diminuirà a 504 voti.

La seconda e la terza chiama dovrebbero concludersi con un nulla di fatto. Dopo circa un’ora dalla prima votazione sia il Partito Democratico sia il Popolo delle Libertà hanno fatto sapere che alla votazione di oggi pomeriggio voteranno entrambi scheda bianca. E scheda bianca potrebbe essere anche l’esito della terza votazione mentre i giochi si riaprirebbero alla quarta chiama quando il quorum verrà abbassato.

A inizio pomeriggio gli scossoni più forti sembrano investire il Pd con Matteo Renzi che ha sparato nuove bordate contro Pier Luigi Bersani. Il sindaco di Firenze ha dichiarato che la spaccatura all’interno del Pd è stata causata da chi non ha saputo gestire questo passaggio come era successo nel 1999 e nel 2006.
 
Dal Quirinale allo spazio virtuale di Facebook dove nelle fanpage dei principali politici e dei partiti un nome risalta tra tutti: Romano Prodi. Tra tutti i post in cui vengono citati dei politici in merito all’elezione del Capo dello Stato, ben 404 lo citano: uno su quattro.