Partenza contrastata per le borse europee, Piazza Affari la migliore

Inviato da Flavia Scarano il Mar, 04/12/2012 - 09:53

Le borse europee avviano la seduta constrastate, con Piazza Affari che si aggiudica la maglia rosa nei primi scambi. In tarda nottata è arrivato il via libera dall'Eurogruppo al prestito da 39,5 miliardi di euro alla Spagna che serviranno per ricapitalizzare le quattro banche iberiche che hanno ricevuto l'ok dall'Antitrust europeo al loro piano di ristrutturazione. Si tratta di Bankia, Novagalicia, CatalunyaCaixia e Banco de Valencia, più Sareb, la bad bank che riceverà 2,5 miliardi di euro. Le performance nel Vecchio Continente sono però rallentate dal risorgere dei timori sul fiscal cliff statunitense e sull'onda lunga del deludente dato macro pubblicato ieri dell'Ism manifatturiero Usa.

Ottime news dal fronte obbligazionario. Lo spread Btp-Bund, che torna a scendere sotto la soglia dei 300 punti base: dopo aver toccato i 292 punti nella giornata di ieri, oggi si posiziona a quota 298 con il rendimento del Btp decennale al 4,43%. Non lontano dai 287 punti, obiettivo del differenziale fissato dal presidente del Consiglio Mario Monti. Il numero non è casuale: è la metà dei 574 con cui l'attuale premier ha iniziato il proprio percorso.

In questo quadro il Ftse Mib al momento avanza dello 0,81% a 16.006 punti mentre il Ftse All Share si attesta a 16.839 punti in rialzo dello 0,52%. Miste le altre piazze europee: a Francoforte il Dax guadagna lo 0,10% a 7.441 punti, il parigino Cac40 segna un progresso dello 0,38% a 3.580 punti, il londinese Ftse100 arretra dello 0,12% a 5.864 punti mentre a Madrid l'Ibex35 mostra una salita dello 0,37% a quota 7.917.

COMMENTA LA NOTIZIA