1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Panico Bitcoin, BTCChina dice stop al trading: crash -35%, secondo mercato cinese chiude battenti

Il secondo principale mercato cinese della moneta virtuale getta la spugna e ferma tutto.

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Crash del Bitcoin in Cina nelle piattaforme locali di BTCChina fino a -35%, dopo l’arrivo di una notizia che tramortisce trader e investitori.

Pochi giorni dopo la bocciatura del Bitcoin da parte di Jamie Dimon, numero uno di JP Morgan – che ha parlato di una bolla peggiore a quella dei tulipani, e anche di “frode” – i prezzi della criptovaluta scambiati in Cina e denominati in yuan vengono abbattuti da forti vendite, scendendo da 25.000 yuan al minimo di 16.000 yuan sulle piattaforme di BTCChina e perdendo fino a 20.000 yuan nella piattaforma OKCoin.

Panico completo, dopo che il secondo mercato più grande in Cina della moneta virtuale, BTCChina per l’appunto, ha confermato che porrà fine a tutte le operazioni di trading a partire dal prossimo 30 settembre.

In poche parole, il mercato chiuderà i battenti entro il mese di ottobre.

In un comunicato stampa, BTCChina ha riferito che interromperà tutte le richieste di nuovi account a partire dalla giornata di domani, 15 settembre. Intanto il co-fondatore Bobby Lee ha tenuto a precisare a Reuters che la decisione non avrà nessun impatto sulle operazioni di trading che avvengono in un’altra piattaforma internazionale che la società gestisce.

La decisione è stata presa, si legge nella nota, dopo aver “attentamente considerato” l’annuncio del 4 settembre scorso, con cui le autorità di regolamentazione cinesi hanno confermato la loro intenzione di agire per contrastare e prevenire i rischi legati alla raccolta di fondi in Bitcoin.

Vendite anche sul mercato americano Bitstamp, dove i prezzi del Bitcoin scivolano di oltre il 6% a $3.632, in deciso ribasso rispetto al record storico, testato appena lo scorso 2 settembre, vicino a quota $5.000.

Le portavoci di OkCoin e Huobi, fino a oggi principali rivali di BTCChina nell’offrire piattaforme di scambio per il Bitcoin, hanno evitato di riferire se per caso anch’esse si stiano apprestando a fare la stessa scelta.

Huobi ha aggiunto di non aver ricevuto alcuna chiara direttiva dalle autorità competenti.

Commenti dei Lettori
News Correlate
Audizione governatore Federal Reserve

Powell (FED): “UE non è nemica degli USA”

Smentisce le parole del presidente Donald Trump pronunciate qualche giorno fa alla vigilia del summit Nato il numero uno della FED, Jerome Powell. “Crede che l’Unione europea sia un nemico …

Summit a Washington

Dazi: il prossimo 25 luglio incontro Trump-Juncker

Il prossimo 25 luglio il presidente della Commissione ue, jean-Claude Juncker, incontrerà il presidente degli USA Donald Trump a Washington. L’incontro verterà sulla questione commerciale come sottolinea la stessa Commissione …

Dati Ufficio statistica nazionale

Gran Bretagna: occupazione a livelli record

In Gran Bretagna l’occupazione ha raggiunto un livello record nei tre mesi fino a maggio e le pressioni salariali hanno mostrato pochi segni di riduzione, mantenendo la Banca d’Inghilterra sulla …