Ottimismo su fronte greco sostiene rally mercati, spread in calo grazie anche ad asta Ctz

Inviato da Titta Ferraro il Gio, 26/01/2012 - 12:43
Si mantiene l'impostazione positiva dei mercati che tornano a guardare con ottimismo al fronte greco con i colloqui tra Atene e investitori privati che riprenderanno nel tardo pomeriggio di oggi. Il direttore generale dell'Istituto Finanziario Internazionale (Iif), Charles Dallara, tornerà ad Atene per incontrare il premier greco (ore 19) insieme a un'equipe di esperti che cercheranno di risolvere i problemi tecnici e legali legati all'accordo sullo swap del debito ellenico attualmente in mano agli investitori privati. Oltre all'entità del taglio del valore nominale del debito (haircut), si discute sui tassi di interesse dei nuovi bond che gli investitori riceveranno in cambio di quelli vecchi. La stampa ellenica parla di un avvicinamento delle posizioni con l'Iif pronta ad accettare un tasso di interesse inferiore al 4%.
Già in avvio di giornata i mercati europei  si erano mossi al rialzo sospinti anche dalla mossa della Federal Reserve che ieri sera ha annunciato che intende mantenere il costo del denaro agli attuali livelli "eccezionalmente bassi" fino alla fine del 2014, ben oltre la metà del 2013 indicata in precedenza.
 
Ftse Mib e Dax in rialzo di oltre l'1%, spread in calo
A metà giornata Piazza Affari viaggia poco sotto i massimi di giornata con il Ftse Mib che si mantiene sopra la soglia dei 16mila punti, in rialzo dell'1,16%. Progresso dello 0,82% per Parigi e +1,32% per Francoforte. Sul valutario massimi a oltre un mese per l'euro rispetto al dollaro con cross che viaggia a 1,3152.
In discesa il differenziale di rendimento tra Btp e Bund che ha toccato un minimo a 413 punti base in scia all'ottimismo circa l'esito dei colloqui sul fronte greco e anche alla luce dei buoni riscontri arrivati dall'asta odierna di Ctz e Btp indicizzati all'inflazione.
 
Esito positivo per asta Ctz e Btp legati a inflazione
Buoni riscontri dall'asta odierna di Ctz e Btp legati all'inflazione in attesa del test più impotante in agenda domani con in collocamento Bot per massimi 11 mld. Il Tesoro italiano ha collocato con successo Ctz (Certificati del tesoro zero coupon) scadenti 31 gennaio 2014 per 4,5 miliardi, all'estremo superiore del range 3,5-4,5 miliardi fissato. Il rendimento dei titoli si è attestato al 3,763%, in calo rispetto al 4,853% registrato nell'asta del 28 dicembre (7,814% a fine novembre), e le richieste hanno superato il quantitativo offerto di 1,714 volte. Indicazioni positive anche dall'asta dei Btp (Buoni del tesoro poliennali) indicizzati all'inflazione dell'Area Euro con scadenza 15 settembre 2014. Anche in questo caso l'importo collocato si attesta al top della forchetta prevista in precedenza (250-500 milioni), il rendimento è stato pari al 3,2% ed il tasso bid-to-cover si è attestato a 2,792.
 
Caticalà apre a incentivi "non selettivi", Fiat accelera sul Ftse Mib
Il mercato italiano dell'auto necessita di incentivi all'acquisto. Lo ha detto oggi il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Antonio Catricalà, in un'intervista rilasciata all'agenzia Reuters. Secondo Catricalà, "il mercato auto ha bisogno di un incentivo che non sia selettivo per non ledere i principi del mercato unico europeo". Il titolo Fiat ha reagito bene all'apertura di Catricalà e a Piazza Affari avanza di oltre 2 punti percentuali.
COMMENTA LA NOTIZIA