1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Deutsche bank nel mirino della Bce per quote in mano a Qatar e Cina

E’ la prima volta che la Banca centrale europea deroga al limite della partecipazione del 10%.

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Deutsche Bank finisce nel mirino della Bce. E’ quanto risulta da un articolo del magazine tedesco Sueddeutsche Zeitung, che sottolinea come la Banca centrale europea starebbe considerando l’opzione di avviare procedure di controllo sui due principali azionisti del colosso bancario tedesco, – che detengono ciascuno una partecipazione poco al di sotto del 10% del capitale – ovvero sulla famiglia reale del Qatar e la società cinese HNA.

Nessun commento è stato rilasciato al momento né da Deutsche Bank né dalla Bce.

Da segnalare che la Banca centrale europea dispone del potere di avviare indagini sull’azionariato delle banche, al fine di stabilire se un azionista sia solido da un punto di vista finanziario, se sia affidabile, se sia coinvolto in attività illecite come il finanziamento al terrorismo o il riciclaggio del denaro sporco.

Di norma, tuttavia, tali controlli scattano solo se l’azionista detiene una partecipazione superiore al 10% del capitale; ed è la prima volta che Francoforte decide di derogare al limite normativo della partecipazione. Il Qatar è azionista di Deutsche Bank dal 2014 mentre HNA ha acquistato la quota in Deutsche Bank lo scorso anno. A entrambi è stato riconosciuto il diritto di far parte del consiglio di amministrazione.

La scorsa settimana, stando a quanto riporta Reuters, la Germania è stata il primo paese dell’Unione europea a rendere più severe le proprie norme sulle operazioni di takeover straniere, a seguito di alcuni accordi con cui diverse aziende cinesi hanno avuto accesso al know how e alla tecnologia dell’Occidente.