1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Alitalia: Cgil dice si’ all’accordo con Cai

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Alitalia non è ancora in salvo, manca il sì di alcune sigle sindacali minori di piloti e assistenti di volo,  ma un passo avanti importante è stato fatto nel primo pomeriggio quando anche la Cgil ha firmato l’accordo con la Compagnia aerea italiana. Sono state importanti per giungere alla sigla finale le integrazioni sui livelli retributivi di personale di terra, piloti e assistenti di volo.


E’ stato il segretario della Cisl, Raffaele Bonanni, a sottolineare i cambiamenti rispetto all’accordo precedentemente rifiutato dalla Cgil. Il salario del personale di terra con i livelli retributivi più bassi non varierà, è stato previsto un 7% in più di utili di impresa da trasferire ai lavoratori mentre per quanto riguarda il lavoro precario o stagionale, si è stabilito che Alitalia, in caso di necessità, dovrà primariamente rivolgersi “al bacino preesistente” ha riferito il numero uno della Cisl.

L’accordo ha portato alla proroga dell’offerta di Cai, che ha quindi annullato il ritiro dell’offerta di qualche giorno fa, fino al prossimo 15 ottobre mentre per quanto riguarda le licenze provvisorie di volo, il Commissario, Augusto Fantozzi, potrà chiedere una proroga all’Enac.


Rimangono ancora fuori le organizzazioni autonome di piloti e assistenti di volo attualmente riunite in assemblea. Una risposta, auspicabilmente positiva secondo quanto espresso dal ministro per lo Sviluppo economico, Claudio Scajola, è attesa entro le ore 20.


L’accordo sindacale riavvicina anche i partner stranieri togliendo uno dei maggiori elementi di freno all’interesse per Alitalia. “Numerosi vettori hanno mostrato interesse per diventare partner di Cai” ha aggiunto lo stesso Scajola. In pole position naturalmente Air France-Klm, che già ieri ha avanzato la sua proposta mentre rimangono aperte le opzioni Lufthansa e British Airways. Quest’ultima si era dichiarata non più interessata nel momento in cui le organizzazioni sindacali minori e la Cgil avevano rotto le trattative con Cai.