1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

UBI Banca sposa ideale, Bper pronta a inserirsi con la benedizione di Unipol

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Tra smentite e conferme, Ubi Banca appare la grande protagonista nel risiko bancario tutto made in Italy. Nelle scorse settimane difatti si è paventata più volte una fusione con Banco Bpm. Era stato l’AD Giuseppe Castagna a sostenere che l’operazione avrebbe  sicuramente senso ma non era la prima volta che si parlava di una fusione tra il terzo e quarto gruppo creditizio italiano. Tanti analisti si sono cimentati in stime circa fattibilità, potenzialità e sinergie della nuova realtà. In molti hanno comunque rimarcato i potenziali ostacoli all’operazione e anche i tempi sicuramente non brevi.
Nel frattempo all’orizzonte per Ubi potrebbe profilarsi un’altra promessa sposa. Parliamo di Bper. La fusione tra Ubi e Bper non è un’idea che dispiacerebbe ai grandi soci dei due istituti ex popolari come riporta oggi Il Sole 24 Ore.

Nozze Ubi-Bper spinte dai grossi azionisti

Proprio gli azionisti di grosso peso stanno spingendo verso la fusione. Nel dettaglio in Ubi, ricorda il quotidiano di Confindustria a settembre si è formato un patto parasociale che vede tra i protagonisti la Fondazione CariCuneo, Fondazione Banca del Monte di Lombardia e altri grandi famiglie imprenditoriali storiche che tutte insieme oggi valgono il 16,7% della banca. Analoga la situazione in Bper dove l’azionariato si fonda sull’asse Fondazione Sardegna (10,6%) e Unipol (19,9% circa), a cui si aggiunge CariModena con il 3% e altre fondazioni minori. Tra queste è Unipol a sostenere da sempre che la banca emiliana realizzi un consolidamento. E dall’altra parte c’è proprio Ubi Banca. Certo che, precisa Il Sole, al momento non c’è alcuna trattativa in corso. Inoltre c’è l’incognita Bce: al momento è difficile capire se l’istituto di Francoforte darà il suo benestare o meno a qualsiasi operazione in tal senso.

Cosa pensano gli analisti

Nel frattempo gli analisti approvano. “Se l’accordo dovesse andare avanti, potrebbe rappresentare un elemento positivo per Unipol (che detiene una partecipazione del 19,9% in BPER), considerando che UBI è attualmente alla ricerca di un potenziale partner unico per la bancassicurazione e Unipol ha già, attraverso UnipolSai, un accordo consolidato di bancassicurazione con BPER” dicono gli analisti di Banca Imi.