1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Scandalo GE: accusata di maxi-frode da 38 mld $ dall’uomo che smascherò Madoff

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ferragosto da incubo per General Electric, protagonista della peggior seduta degli ultimi 11 anni (close a -11,30%) dopo l’accusa di essere la ‘nuova Enron’ da parte dell’uomo che ha smascherato la truffa di Madoff.

Harry Markopolos, investigatore finanziario che ha indagato su GE per conto di un hedge fund di cui non si conosce il nome, ha accusato il conglomerato Usa di emettere bilanci fraudolenti per nascondere i propri problemi. È stato creato un sito Web per divulgare il rapporto, www.GEfraud.com , dove Markopolos lo definisce “una frode più grande di Enron”.

Il precedente illustre dello 007 di Wall Street

Harry Markopolos è un investigatore finanziario diventato famoso per aver portato alla luce lo schema Ponzi orchestrato da Bernie Madoff, che 10 anni fa è stato condannato a 150 anni di carcere, la massima pena possibile.

Il J’accuse di 175 pagine: 38 mld di frode solo punta dell’iceberg

Il report di 175 pagine afferma che GE stava nascondendo la profondità dei suoi problemi finanziari e avrebbe bisogno di aumentare significativamente le sue riserve assicurative. Sottolinea inoltre presunti problemi contabili con la sua unità di petrolio e gas. “Il mio team ha trascorso gli ultimi 7 mesi ad analizzare la contabilità di GE e crediamo che i 38 miliardi di dollari di frode che abbiamo riscontrato siano solo la punta dell’iceberg”, afferma Markopolos nel rapporto. Markopolos afferma di aver trasmesso il rapporto alle autorità di regolamentazione di Borsa degli Stati Uniti e che alcune informazioni che ha scoperto sono state fornite solo alle forze dell’ordine, e non sono contenute nel rapporto pubblico.

SEcondo il grande accusatore GE avrebbe bisogno di aumentare immediatamente le proprie riserve assicurative di $ 18,5 miliardi in contanti, oltre a un ulteriore ‘no cash charge’ di $ 10,5 miliardi quando entreranno in vigore nuove regole contabili. Markopolos ha anche affermato che GE sta nascondendo una perdita di oltre $ 9 miliardi nelle sue partecipazioni in Baker Hughes e la situazione di liquidità della società è “molto peggio di quanto rivelato nel loro bilancio annuale del 2018”.

La risposta di GE e lo scetticismo degli analisti

 

Oggi il titolo GE rimbalza del 6,5%. Il ceo della multinazionale Larry Culp ha definito le indiscrezioni pubblicate “manipolazione di mercato, pura e semplice”. “Il report di Markopolos contiene false dichiarazioni di fatto e queste affermazioni avrebbero potuto essere corrette se le avesse controllate con GE prima di pubblicarlo”, aggiunge il presidente e ceo di GE.

 

Intanto oggi a dar sostegno al titolo GE contribuisce anche il report dell’analista di William Blair, Nicholas Heymann, che non ritiene possibile che i rendiconti finanziari di GE abbiano intenzionalmente travisato le condizioni finanziarie dell’azienda e le potenziali passività. Anche Citi ritiene che il report che accusa Ge presenti delle carenze. Citi riafferma la fiducia circa l’abilità di Culp nel rafforzare la compagnia.