1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Piazza Affari soffre in avvio, Fca e banche perdono quota

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Primi scorci di seduta senza verve per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib segna un calo dello 0,42% a quota 21.105 punti dopo che ieri nell’intraday aveva cercato di riportarsi sui massimi annui sotto la spinta del settore bancario. Le indiscrezioni circolate ieri circa l’intenzione della Bce di mettere in atto misure per ridurre gli oneri che le banche pagano sulla loro liquidità in eccesso in modo per compensare gli effetti collaterali della sua politica ultra-accomodante.

Oggi le banche ritracciano con cali dell’1,66% per Banco BPM e dell’1,5% per Unicredit. In retromarcia anche FCA (-1,7%) che ieri aveva trovato sponda nelle nuove indiscrezioni che vedono anche Renault interessata al Lingotto una volta che il gruppo transalpino avrà completato la fusione con Nissan. Invece si chiama fuori dai giochi Volkswagen. Il ceo del colosso tedesco, Herbert Diess, ha detto che le priorità adesso sono altre. “Il consolidamento nel settore dell’auto continuerà. Quelle operazioni richiedono troppe energie. E, adesso, le nostre energie sono rivolte tutte all’interno. Se possiamo essere interessati anche soltanto ad Alfa Romeo o alla Maserati? Avevo una Alfa GTV sei cilindri. Era bellissimo guardarla. Ma, davvero, noi i marchi del lusso li abbiamo già”, sono state le parole di Diess.