1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Passera punta in alto, ecco i piani della nuova banca che guarda a Pmi e Npl

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Corrado Passera torna in pista con una sua banca che andrà ad attaccare il settore degli Npl con focus anche sulle PMI ad alto potenziale e spazio per una divisione retail. Spaxs, la special purpose acquisition company (SPAC) fondata da Corrado Passera e Andrea Clamer e quotata sull’AIM Italia, presenta il piano strategico 2018 – 2023 della nuova banca specializzata nel mercato delle PMI italiane e che si propone di conseguire a fine piano un utile netto di circa 300 milioni di euro con un Return on Equity (ROE) nell’intorno del 25%.

INIZIALMENTE FOCUS SU NPL, POI DIVERSIFICAZIONE SU PMI E RETAIL

La nuova banca nascerà dalla Business Combination con Banca Interprovinciale, soggetta all’approvazione di Banca d’Italia e della Banca Centrale Europea – il cui iter autorizzativo è in corso – che verrà sottoposta all’Assemblea degli Azionisti di SPAXS. La nuova banca opererà attraverso tre divisioni tra loro sinergiche: impieghi alle PMI ad alto potenziale ma con una struttura finanziaria non ottimale e/o con rating basso o senza rating, incluso il segmento delle PMI non-performing (Unlikely-To-Pay); Non Performing Loans (NPL) corporate, assistiti da garanzia e senza garanzia; banca diretta digitale per la clientela retail e corporate.

Le tre aree di attività avranno a regime in modo graduale. La più veloce sarà la Divisione NPL. Successivamente, a regime, la banca sarà pienamente diversificata, con un contributo equilibrato al risultato economico tra NPL e PMI, con la divisione Retail che avrà invece un ruolo decisivo per la raccolta finalizzata al sostegno delle attività della banca.

Al timone nel ruolo di amministratore delegato ci sarà direttamente Corrado Passera mentre Andrea Clamer, l’altro promotore di SPAXS, guiderà la divisione NPL.

“Stiamo costruendo una banca imprenditoriale e, speriamo, utile al nostro Paese – rimarca Corrado Passera, presidente esecutivo di SPAXS – . Si concentrerà su settori molto grandi e non sempre serviti adeguatamente come il credito alle PMI con potenziale, ma con rating basso e si propone di diventare un operatore leader nel settore dei corporate NPL, unsecured e secured. Offriremo inoltre servizi di banca diretta a famiglie e imprese ad oggi ancora non disponibili nel nostro Paese”.

VANTAGGI RISPETTO A BANCHE TRADIZIONALI

Altri vantaggi competitivi, rimarca il banchiere ex numero uno di Banca Intesa, saranno i costi operativi e tempi di risposta più bassi di quelli tipici di molti operatori tradizionali e costo del capitale più basso di quello di molti nuovi operatori. “Una banca senza legacy che si propone di interpretare al meglio il profondo cambiamento che sta avvenendo nel settore bancario. Per essere operativi da subito abbiamo acquistato Banca Interprovinciale, certamente una delle migliori banche italiane nella sua categoria”, aggiunge Passera che parla di “Piano Strategico ambizioso ma fattibile” preannunciando un’operazione che sarà resa nota nel corso della presentazione alla comunità finanziaria di questa mattina e poi sottoposta al vaglio degli azionisti.

Il rendimento degli attivi e la struttura operativa snella dovrebbero consentire il raggiungimento di un Cost Income Ratio inferiore al 55% già nel 2020 e inferiore al 30% circa a fine piano. Gli attivi sono stimati in crescita con un primo obiettivo indicato tra i 3,8 e i 4,6 miliardi di euro al 2020 e a circa 7 miliardi di euro a regime, con una gestione del rischio prudente grazie a regole stringenti che prevedono una piena corrispondenza nelle scadenze di attività e passività e una buona diversificazione delle fonti di finanziamento.