Notizie Notizie Italia Microsoft Italia finanzia le Pmi nostrane

Microsoft Italia finanzia le Pmi nostrane

Che nel Belpaese esistano difficoltà di accesso al credito soprattutto per le piccole e medie imprese (le Pmi, peculiarità del sistema economico italiano) è cosa nota. Microsoft, per colmare questo “gap”, ha deciso di dare il via, dal prossimo 20 aprile sul mercato italiano, a Microsoft Financing, una nuova soluzione di accesso al credito che darà modo anche alle imprese più piccole di realizzare il proprio progetto di innovazione, sfruttando una serie di formule di finanziamento agevolate e flessibili per ottimizzare investimenti nelle tecnologie informatiche.


“Le difficoltà di accesso al credito per realizzare progetti It – dichiara Marco Comastri, amministratore delegato di Microsoft Italia – rappresentano uno dei principali freni agli investimenti in innovazione da parte delle aziende italiane e richiedono una risposta veloce, concreta ed efficace. Con Microsoft Financing intendiamo offrire ai nostri partner e alle aziende una ulteriore possibilità per accedere in maniera semplice e rapida a finanziamenti mirati in innovazione tecnologica, un valido mezzo a supporto della crescita e della competitività delle aziende itliane”.


In Italia, il partner finanziario di Microsoft in questo progetto – l’interlocutore con cui le aziende che hanno bisogno del finanziamento dovranno rapportarsi nonché la società che si occuperà di valutare la solvibilità del cliente – è Cit Group. Comastri, nel corso della conferenza stampa tenutasi questa mattina a Milano, ha precisato che il mercato potenziale di questo particolare tipo di finanziamenti è stimato in circa 8-9 miliardi di euro. Un gap da colmare decisamente invitante, specie poi in considerazione del fatto che in Europa lo stesso progetto, partito già 18 mesi fa, ha già avuto un riscontro “molto positivo”, con richieste di finanziamenti in crescita del 30% e con un importo medio di finanziamento richiesto pari a circa 150 mila dollari.


E Microsoft quanto ha investito nell’iniziativa? “L’investimento – precisa Comastri – fino a ora è per lo più in marketing e comunicazione, anche se preferiamo non dare una cifra specifica”. “Investiremo comunque in Microsoft Financinf tutto il necessario”, gli ha fatto eco il direttore finanziario di Microsoft Italia, Andrea Dossena. Quest’ultimo ha inoltre spiegato che “il ritorno per l’azienda non è di tipo finanziario ma è legato agli investimenti in tecnologia che le aziende finanziate potranno così intraprendere”. “Il ritorno – specifica Comastri – è quello di migliorare i progetti di innovazione per le Pmi italiane”.