1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Mercato europeo auto strappa +62,7% su marzo 2020, con Stellantis a +140,9%: c’è effetto lockdown

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il mese di marzo si chiude con un rimbalzo per il mercato dell’auto europeo, frutto del confronto con il marzo 2020, quando era scattato il primo lockdown. Secondo i dati diffusi prima dell’avvio dei mercati europei dall’Acea, nell’Europa Occidentale (ossia UE+EFTA+UK)a marzo sono state immatricolate 1.387.924 autovetture, registrando un aumento del 62,7% rispetto allo stesso periodo di un anno fa. Nella sola Unione europea la crescita è stata ancora più sostenuta e pari all’87,3 per cento.

L’effetto lockdown nel confronto con marzo 2020
“Purtroppo, questa crescita non rappresenta l’effettiva situazione del mercato dell’auto perché il confronto si fa con marzo 2020 che è stato il mese in cui la pandemia ha cominciato ad mordere. Per avere un’idea dell’effettivo andamento del mercato – avverte il Centro Studi Promotor – occorre dunque fare il confronto con l’ultimo marzo ‘normale’ che è quello del 2019″. Secondo Gian Primo Quagliano, presidente del Centro Studi Promotor, questo confronto mette in evidenza un calo di ben il 21,6% che riflette una situazione di mercato ancora estremamente difficile in tutta l’Europa Occidentale sia per le chiusure delle concessionarie in molti paesi sia, e soprattutto, per l’impatto della pandemia sull’economia e quindi sulla propensione all’acquisto di autovetture da parte di privati e imprese. In questo contesto però va segnalata la crescita delle immatricolazioni di auto elettriche e ibride, ma la dinamica positiva della domanda per questo tipo di vetture non è sufficiente per compensare gli effetti negativi della pandemia.

Spiegata dunque “l’anomalia di marzo”, che ha visto l’Italia chiudere il mese con un balzo stellare di quasi il 500%, sotto la lente le performance delle singole case automobilistiche. Il gruppo tedesco Volkswagen (primo per quota di mercato in Europa, ha archiviato il mese con un +45,9%. Per Stellantis il mese di marzo si è chiuso con un balzo di oltre il 140% in Europa. Secondo i Acea, il gruppo nato dalla fusione tra Fca e Psa e che vede tra i suoi marchi Peugeot, Fiat, Citroen, Opel e Jeep ha visto le immatricolazioni salire del 140,9% a quota 292.149 nell’Europa occidentale (UE+ EFTA + UK), con una quota di mercato che passa dal 14,2% al 21 per cento. Tra i principali brand del gruppo tutti segni positivi e performance migliori del mercato: Peugeot (+142,2%) e Jeep che ha archiviato il mese con un rialzo di oltre il 240 per cento. In decisa crescita anche Opel (+89,7%), Citroen (+157,3%) e Fiat (+173,5%). Nei primi tre mesi dell’anno il saldo è positivo, con una crescita per Stellantis del 7,4 per cento.