1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Mercati europei affossati da timore reflazione Usa. Ftse Mib e Dax tornano al test di supporti chiave

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Scambiano in rosso le principali Borse europee in scia all’atteggiamento prudente sui mercati globali.
Tra i temi di giornata le preoccupazioni legate alla reflazione Usa, dopo che i tassi sui Treasuries Usa sono volati ancora, fino all’1,38% circa ma anche l’evoluzione della pandemia e l’implementazione dei vaccini. Il Regno Unito dovrebbe fornire già oggi maggiori dettagli su come intende procedere alla graduale rimozione delle misure di blocco nei prossimi mesi, visto che il piano vaccinale prosegue a buon ritmo. Su questo fronte in Italia è previsto per questa mattina, a partire dalle 9.30, il consiglio dei Ministri che dovrebbe approvare il nuovo decreto-legge anti-Covid.

Ftse Mib al test di 22.835 punti


La debolezza di oggi ha portato il Ftse Mib al test del supporto di breve a 22.835 punti. In caso di rottura di tale livello possibile discesa verso la trend line rialzista costruita sui minimi di novembre e gennaio. Una conferma della debolezza si avrebbe con la rottura del supporto a 22.334 punti, che se accompagnata da volatilità e volumi potrebbe portare l’indice a un graduale ritorno a 21.155 punti, dove passa il 61,8% di Fibonacci di tutto il down trend avviato a fine febbraio 2020. Questo resta comunque un target molto profondo e poco probabile guardando l’impostazione grafica attuale del Ftse Mib. Al rialzo, invece, un possibile rimbalzo potrebbe portare l’indice oltre la resistenza a 23.265 punti e aprirsi così la strada verso i massimi di periodo a 23.632 e poi area 23.900 punti, che coincide con la parte finale del gap down di fine febbraio dovuto alla crisi Covid.
Per chi volesse operare Long a leva, potrebbe considerare il Turbo Open End Long UniCredit ISIN DE000HV4K7U2 con leva 9 volte e strike a 22524,571846 punti, oppure ISIN DE000HV4HFD5 con leva 5 volte e strike 20154,655851 punti.
Per chi volesse operare Short a leva, potrebbe considerare il Turbo Open End Short UniCredit ISIN DE000HV47HN5 con leva 12 volte e strike a 24872,530134 punti.

Dax nei pressi del supporto a 13.788 punti


Il Dax presenta una struttura particolare del RSI che dallo scorso novembre è sostanzialmente piatto. L’indice tendenzialmente riesce a toccare nuovi massimi, gli ultimi a inizio febbraio a 14.169 punti, ma l’oscillatore rimane piatto. Questa indicazione ci fa capire che il Dax sta facendo molta fatica a salire. I livelli da monitorare sono sostanzialmente due. Con il superamento di 14.131 punti l’indice potrà puntare su nuovi massimi in area 14.200 e 14.300 punti. Al ribasso, invece, la prima soglia di supporto importante si colloca a 13.788 punti. In caso di rottura di tale livello, i corsi potrebbero scivolare verso 13.460 punti, dove passa anche la trend line rialzista di lungo periodo costruita sui minimi di marzo e ottobre dello scorso anno.
Per chi volesse operare Long a leva, potrebbe considerare il Turbo Open End Long UniCredit ISIN DE000HV4HJJ4 con leva 9 volte e strike a 12609,978815 punti, oppure ISIN DE000HV4JHF2 con leva 19 volte e strike 13304,909864 punti.
Per chi volesse operare Short a leva, potrebbe considerare il Turbo Open End Short UniCredit ISIN DE000HV4JHJ4 con leva 8 volte e strike a 15663,429968 punti.

DI SEGUITO LE ANALISI DI TRADING FLOOR