1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

M&A a Wall Street: Broadcom acquista VMware per 61 miliardi di dollari

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Broadcom acquista VMware in una transazione in contanti e azioni per il valore di 61 miliardi di dollari.

L’accordo rappresenta una delle più grandi acquisizioni tecnologiche di tutti i tempi, insieme all’accordo di Microsoft per l’acquisto di Activision Blizzard da 69 miliardi di dollari (per il momento in stand by) e l’acquisto di EMC da 67 miliardi di dollari di Dell nel 2016.

Il titolo Broadcom viaggia in rialzo del 3% nelle prime ore dopo l’annuncio ufficiale delle società, mentre il VMWare prosegue in rialzo del 2%.

Il deal prevede che gli azionisti di VMware ricevano 142,50 dollari in contanti o 0,2520 azioni di Broadcom per ogni azione della societa, Broadcom si farà carico degli 8 miliardi di debito di VMware.  Una volta completata la transazione (attesa per il prossimo anno fiscale di Broadcom), gli azionisti di Broadcom controlleranno l’88% della società e gli attuali azionisti di VMware il restante 12%. Con l’acquisto di VMware il collosso dei chip punta a rafforzarsi in un settore altamente specializzato e considerato fondamentale per il futuro.

Gli acquisti di Broadcom

L’acquisto di VMware da parte di Broadcom aiuterà l’azienda di diversificarsi il proprio core business di progettazione e vendita di semiconduttori per trasformarli in software aziendali, che possono avere margini maggiori. I prodotti VMware vengono utilizzati dalle aziende per gestire in modo più efficiente i propri server e server cloud.

Broadcom è la società del comparto dei semiconduttori con il maggior numero di acquisizioni e ha utilizzato strategicamente le fusioni per alimentare la propria crescita negli ultimi anni. Nel 2018 ha acquistato CA Technologies per 18,9 miliardi di dollari e nel 2019 Symantec per 10,7 miliardi di dollari.

A marzo, il ceo di Broadcom, Hock Tan, aveva già accennato che avrebbe potuto esserci qualche acquisto nel 2022 affermando che la società aveva “la capacità di fare un’acquisizione di buone dimensioni”.

Ricordiamo intanto il desiderio di Broadcom di acquistare uno dei propri rivali, Qualcomm, nel 2018 per 117 miliardi di dollari prima che l’accordo venisse ostacolato dall’amministrazione Trump, che ha citato problemi di sicurezza nazionale.