1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Lse vende Borsa Italiana a Euronext, deal da 4,33 mld

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

È stato raggiunto un accordo tra il London Stock Exchange Group (LSEG) ed Euronext per la vendita di Borsa Italiana. In una nota il gruppo britannico ha annunciato di avere accettato di vendere l’intera partecipazione di Borsa Italiana a Euronext, in cordata con Cdp Equity e Intesa Sanpaolo, per una cifra pari a 4,33 miliardi di euro, più un importo aggiuntivo che riflette la generazione di cassa fino al completamento.

Al via l’ingresso di Cdp in Euronext e la contestuale acquisizione di Borsa Italiana, che darà vita a un gruppo leader nel mercato dei capitali europeo. Attraverso l’operazione Cassa Depositi e Prestiti, con Euronext, porta Piazza Affari (nel portafoglio del London Stock Exchange dal 2007) all’interno di un gruppo paneuropeo con un presidio stabile di investitori italiani. Su proposta dell’amministratore delegato, Fabrizio Palermo, il cda di Cassa Depositi e Prestiti, presieduto da Giovanni Gorno Tempini, ha dato il via libera a Cdp Equity a firmare un accordo vincolante con Euronext che consentirà l’ingresso di Cdp Equity (società interamente partecipata da Cassa Depositi e Prestiti) nell’azionariato di Euronext e l’acquisizione da parte di quest’ultima di Borsa Italiana.

Una volta avveratesi le condizioni cui l’operazione è subordinata, si legge nella nota, Cdp Equity possiederà il 7,3% del capitale azionario di Euronext, al pari della Caisse des Dépôts et Consignations, omologa di Cdp. In questo modo, Cdp Equity entrerà a far parte dell’attuale gruppo di azionisti di riferimento della società, che gestirà – oltre a Borsa Italiana – altre 6 borse valori in Belgio, Francia, Irlanda, Paesi Bassi, Norvegia e Portogallo con oltre 1.800 società quotate per un totale di circa 4.400 miliardi di euro di capitalizzazione di mercato.