1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Listini europei tonici in attesa discorso Powell. Ftse Mib e Dax cercano di ripartire da livello di supporto chiave

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Viaggiano in territorio rialzista le principali Borse europee nella prima seduta del mese di maggio, senza la guida della City di Londra che oggi resterà chiusa per festività. I listini sono sostenuti anche dai future Usa che continuano a salire in una settimana che culmina venerdì con i dati sul mercato del lavoro Usa. Attese oggi anche le parole del presidente della Fed, Jerome Powell, che interviene alle 20 ora italiana.

Ftse Mib: importante la tenuta dei 24.000 punti

Per il momento prevale ancora la debolezza sul Ftse Mib, fase iniziata dopo aver toccato il massimo relativo a 24.670 punti il 6 aprile scorso. L’indice italiano non è ancora riuscito a recuperare la candela fortemente ribassista del 20 aprile che probabilmente provocherà un altro test del supporto importante a 24.000 punti. In caso di rottura di quest’ultimo livello con elevata volatilità e volumi si confermerebbe la fase di correzione con graduale discesa verso 23.600 punti. Al rialzo, invece, il superamento di area 24.500 punti darebbe il primo segnale di ripresa con target la soglia psicologica dei 25.000 punti. Superato quest’ultimo livello, il Ftse Mib potrebbe mettere nel mirino i massimi pre-covid a 25.500 punti.

Per chi volesse operare Long a leva, potrebbe considerare il Turbo Open End Long UniCredit ISIN DE000HV4L2A4 con leva 10 volte e strike a 22112,14749 punti, oppure ISIN DE000HV4L2D8 con leva 15 volte e strike 22867,094576 punti.
Per chi volesse operare Short a leva, potrebbe considerare il Turbo Open End Short UniCredit ISIN DE000HV4L2K3 con leva 11 volte e strike a 25996,399474 punti.

Dax: supporto chiave a 15.100 punti

Anche il Dax sta attraversando una fase di prese di beneficio dopo aver raggiunto i massimi storici in area 15.500 punti. Con la rottura del supporto in zona 15.100 punti la fase di consolidamento potrebbe diventare di distribuzione e quindi ribassi verso 14.900 e 14.700 punti. RSI non ci fornisce particolari informazioni tenendosi poco sopra il livello di equilibrio. Al rialzo, invece, il superamento di 13.521 punti ci confermerebbe una ripresa in forza in tale direzione con primo target 15.000 punti e poi a salire verso nuovi massimi storici a 15.750 punti.

Per chi volesse operare Long a leva, potrebbe considerare il Turbo Open End Long UniCredit ISIN DE000HV4HJJ4 con leva 6 volte e strike a 12697,043069 punti, oppure ISIN DE000HV4L261 con leva 13 volte e strike 14071,497186 punti.
Per chi volesse operare Short a leva, potrebbe considerare il Turbo Open End Short UniCredit ISIN DE000HV4KGU1 con leva 15 volte e strike a 16098,359494 punti.

DI SEGUITO LE ANALISI DI TRADING FLOOR