Notizie Notizie Mondo Investimenti fattoriali utili contro la volatilità. La view di Invesco

Investimenti fattoriali utili contro la volatilità. La view di Invesco

16:50

Gli investimenti fattoriali sono utili contro la volatilità dei mercati finanziari e continuano sul loro trend di crescita costante. Lo rileva il report “Invesco Global Factor Investing Study”, appuntamento annuale giunto alla sua settima edizione. Lo studio si basa sulle interviste di 151 investitori fattoriali istituzionali e retail che nel complesso gestiscono asset per oltre 25,4 trilioni di dollari USA.

Secondo l’edizione di quest’anno gli intervistati si aspettano che le strategie fattoriali sovraperformino in un contesto inflazionistico caratterizzato da una bassa crescita economica. Gli intervistati ritengono inoltre che l’attuale contesto di mercato renda l’investimento fattoriale nel reddito fisso più interessante in quanto soluzione migliore per gestire la volatilità e diversificare i portafogli.

Lo scenario di persistente inflazione e aumento dei tassi d’interesse negli ultimi 12 mesi, ha inciso significativamente sul contesto degli investimenti costringendo gli intervistati a riconsiderare le posizioni dei portafogli, incluse le esposizioni fattoriali. Malgrado queste difficoltà, gli intervistati in generale credono ancora che i fattori siano ideali per gestire il rischio nelle turbolenze di mercato: il 67% ammette che l’investimento fattoriale lo ha aiutato a gestire la volatilità di mercato nel corso dell’ultimo anno, rispetto al 28% di quattro anni fa. Una percentuale analoga, 64%, sostiene di avere sviluppato maggiore fiducia nei fattori nei 12 mesi precedenti.

Al contempo, le allocazioni fattoriali continuano a salire: il 41% degli intervistati le ha infatti incrementate nel corso dell’ultimo anno e il 39% prevede di farlo il prossimo anno. Solo l’1% degli intervistati ha ridotto le allocazioni fattoriali nell’ultimo anno. Gli intervistati prevedono che value, low volatility e quality saranno i fattori più brillanti nei prossimi 12 mesi. La maggioranza (>80%) ritiene che le sue allocazioni fattoriali abbiano uguagliato o superato la performance delle rispettive strategie attive fondamentali, mentre il 64% ha dichiarato che le sue allocazioni fattoriali hanno uguagliato o superato la performance rispetto alle strategie ponderate sul mercato.

Georg Elsaesser, Senior Portfolio Manager, Quantitative Strategies di Invesco ha affermato: “La fiducia nelle strategie di investimento fattoriale, oltre a persistere nelle fasi di volatilità, si è rafforzata, come attestato dalla ripresa delle performance negli ultimi 18 mesi”. Al contempo, gli intervistati si sono dichiarati più propensi a rivedere e modificare le loro strategie fattoriali. Il 41% ha dichiarato di modificare le strategie fattoriali raramente (ogni 3-5 anni), rispetto al 66% del 2021. Attualmente, il 43% degli intervistati modifica le strategie fattoriali con una certa frequenza (ogni 1-3 anni), rispetto al 16% del 2021.

Dunque, in un momento storicamente molto complicato per i mercati finanziari, una strategia d’investimento elaborata come quella fattoriale sembra funzionare e raccogliere consensi. Perché l’obiettivo di chi investe è sempre e comunque quello di trarre il meglio dai propri asset. Anche con il “mare” in tempesta.