News trading Investimenti alla portata di tutti: Trade Republic lancia l’investimento frazionato su singole azioni o ETF

Investimenti alla portata di tutti: Trade Republic lancia l’investimento frazionato su singole azioni o ETF

Trade Republic, con l’intento di portare avanti la propria missione di rendere i mercati finanziari accessibili a tutti, ha presentato oggi una novità lanciando sul mercato gli investimenti frazionati. Da oggi, infatti, i clienti di Trade Republic potranno investire ancora con più facilità, acquistando una frazione reale di un’azione o di un Etf e a partire da qualsiasi importo.

In cosa consiste l’investimento frazionato

Per investimento frazionato si intende la possibilità di investire in piccole porzioni di azioni e Etf. In altre parole gli investimenti frazionati consentono di acquistare azioni o Etf in base all’importo che si desidera investire e il loro valore è indicizzato al prezzo delle azioni della società e quindi ad esempio aumenta al crescere del prezzo delle azioni/Etf in questione. Il più grande vantaggio degli investimenti frazionati è che consentono di investire in qualsiasi società indipendentemente dal prezzo delle azioni e quindi offrono agli investitori la possibilità di investire con meno soldi, costruendo un portafoglio senza rischiare un capitale elevato.

L’investimento frazionato permette quindi di accedere all’investimento in singole azioni o ETF a un pubblico molto più ampio, ma non solo, permette anche di massimizzare le proprie opzioni per diversificare ulteriormente il proprio portafoglio, garantendo gli stessi diritti e con gli stessi spread dell’acquisto di unità intere.

“Siamo molto orgogliosi di questo traguardo, che allarga considerevolmente il nostro mercato di riferimento. Senza importo minimo di acquisto e all’interno della nostra struttura di prezzi già molto competitiva, i titoli frazionati rendono investire davvero alla portata di tutti”, commenta Emanuele Agueci, Country Manager Italia di Trade Republic.

Niente rischio controparte

Peculiarità della proposta di Trade Republic è la possibilità di negoziare azioni, ETF, derivati e criptovalute nella piena proprietà legale delle frazioni di azioni e con l’affidabilità di un istituto finanziario regolamentato. Ossia l’investitore va quindi ad acquistare fisicamente la proprietà di una frazione di azione Apple o Amazon. Così facendo Trade Republic elimina il rischio di controparte nei confronti del broker scelto, il principale rischio di investire in azioni frazionate attraverso prodotti derivati. Le azioni frazionate sono completamente separate dagli asset di Trade Republic e di conseguenza non aggredibili nel (altamente improbabile) caso di bancarotta del broker.

Trade Republic è così il primo broker europeo a offrire il fractional investing tramite azioni in piena proprietà (e non tramite derivati).

“Con il Fractional Investing stiamo spingendo in avanti la democratizzazione della ricchezza. Questa funzionalità permette a tutti di partecipare al successo di aziende con azioni costose come Tesla, Adyen o Booking.com”, afferma Christian Hecker, cofondatore di Trade Republic. “I prezzi elevati di alcuni titoli sono una delle ragioni principali per cui molti piccoli risparmiatori credono di non avere abbastanza capitale da investire. Con gli investimenti frazionati renderemo gli investimenti più accessibili a tutti: i nostri clienti possono ora acquistare qualsiasi azione con qualsiasi budget”.

“L’investimento frazionato è una vera innovazione nei mercati finanziari europei. Il concetto di azione intera è un retaggio del passato. Nell’era digitale, ci si aspetta di poter controllare completamente l’importo di ogni acquisto”, aggiunge Marsel Nikaj, direttore di prodotto di Trade Republic. “La nostra offerta combina il vantaggio delle azioni frazionate con la sicurezza di un asset in piena proprietà. Il titolo sottostante è acquistato da Trade Republic e la sua proprietà ripartita fra un gruppo di clienti, dunque tutte le garanzie e i diritti vengono mantenuti. La negoziazione avviene con lo stesso spread che si avrebbe sul titolo intero. Consentire il trading frazionario in tempo reale è una sfida tecnologica non da poco, su cui abbiamo investito moltissime risorse”.