1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Il sentiment degli italiani sulle criptovalute: Bitcoin ed Ethereum le più amate, solo su una cripto prevalgono opinioni negative

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il bitcoin è l’asset finanziario più caldo anche in questo primo scorcio di 2021. La maggiore criptovaluta al mondo ha sfondato per la prima volta il muro di 1.000 miliardi di capitalizzazione e il suo valore si è spinto nelle ultime 24 ore sopra quota 57.000 dollari segnando quasi +100% Ytd. In generale ad attirare l’interesse degli investitori sono tutte le criptovalute, con l’Ethereum – seconda per capitalizzazione – che anch’essa viaggia sui nuovi massimi storici con quotazioni quadruplicate negli ultimi 3 mesi e un sensazionale +668% rispetto a un anno fa.
Il bitcoin primeggia anche tra le discussioni sul web degli italiani relative alle criptovalute, davanti a Ethereum e Monero. Così emerge dall’ultima indagine che FinanzaOnline ha realizzato, in collaborazione con T-Voice, società che si occupa di opinion mining, sentiment analysis e topic discovery sfruttando algoritmi di artificial intelligence supervisionati con l’obiettivo di offrire una panoramica precisa di opinioni e sentimenti condivisi tramite web e social network.

Le analisi sono state condotte su più di 37.000 testi in lingua italiana riguardanti il tema “cripto valute” presenti nel web e sui principali social network per il periodo che va dal 1 Gennaio al 17 Febbraio 2021. Tutti i risultati sono presentati al netto degli “off-topic”, ovvero senza considerare quei testi che non contengono il tema di interesse.

Italiani positivi sulle criptovalute

Dall’analisi di T-Voice emerge che sulle criptovalute in generale, il 43% degli italiani esprime pareri positivi, il 44% assume una posizione neutrale, mentre il restante 13% esprime opinioni negative. Il sentiment analysis misura il percepito degli italiani rispetto al tema in analisi.

Le cripto più seguite e quelle con

Nel dettaglio l’Opinion analysis, che misura i livelli di discussione delle principali criptovalute mondiali, segnala come la cripto più discussa risulta essere il Bitcoin (36,18%), seguita da Ethereum(21,41%) e Monero (21,04%). Più distanziate le altre con Ripple al 12% circa e il Dogecoin – salita alla ribalta nelle ultime settimane – con il 3,28%.

Il bitcoin risulta anche la criptovaluta con maggiori opinioni positive. Il Cross-topic analysis, che permette di incrociare i risultati di due analisi distinte per valutarle congiuntamente, incrocia le criptovalute con il livello di sentiment al fine di capire come ciascuna criptovaluta si relaziona al sentiment complessivo. Dal grafico emerge che Bitcoin è la criptovaluta con la più alta frequenza di opinioni positive, seguita da Ethereum e Ripple.

Una misura del livello di preferenza tra le principali criptovalute mondiali è offerta dal Web Opinion Index, che varia da -100 a +100 (Valori maggiori di zero indicano una opinione positiva, valori minori di zero indicano una opinione negativa). Anche qui il bitcoin primeggia con le opinioni positive sovrastano quelle negative di 33,86 punti. Segue il Ripple con 33,26 e poi l’Ethereum con 27,91. Unica cripto in esame che presenta un valore negativo (ossia più opinioni negative che positive) è il Monero con -9,72.

I temi più discussi sui social

Tra gli hashtag più frequenti legati al tema troviamo nettamente prima #bitcoin, seguita da #cripto, #criptocurrency, #criptovalute, #ethereum. Tra quelle in trend invece spiccano #musk e #elonmusk alla luce dell’attivismo su Twitter del ceo di Tesla sull’argomento criptovalute. L’ultima sua esternazione è legata all’investimento di Tesla in bitcoin (1,5 mld $). “Quando la valuta ha interessi reali negativi, solo uno sciocco non guarderà altrove”, ha detto Musk in un riferimento ai rendimenti sotto zero sul cash causati dalla lotta contro gli effetti della pandemia. Parole che hanno contribuito ad alimentare il rally del bitcoin, arrivato oggi a sfiorare i 53.000$.  L’ammontare record di liquidità pompata nel sistema finanziario dai governi per combattere la pandemia è in effetti uno degli argomenti portanti tra i sostenitori delle criptovalute come protezione dal rischio di inflazione e alla ricerca di posti alternativi per mettere i loro soldi. “Avere un po ‘di Bitcoin, che è semplicemente una forma di liquidità meno stupida del denaro contante, è abbastanza avventuroso per una società dell’S&P 500”, ha scritto Musk, aggiungendo che la decisione di Tesla di acquistare Bitcoin non riflette direttamente la sua opinione.

Anche guardando i Topic discovery, ossia un’analisi che consente di individuare i temi di discussione sulla base dell’associazione delle parole, emergono i temi delle piattaforme di trading online e dei recenti avvenimenti legati a Elon Musk e Gamestop.